Notizie Risultati Live
Serie B

A Pescara è già Zemanlandia: 7 goal fatti e 5 subiti dopo 2 giornate

22:32 CEST 03/09/17
Zdenek Zeman, Pescara, Serie A, 04242017
In pieno stile Zeman, il Pescara segna e diverte subendo contemporaneamente tantissimo: dopo 180 minuti è già il miglior attacco, ma la difesa balla.

Da quasi 30 anni la chiamano Zemanlandia, come se fosse un parco divertimenti. Perché sì, somiglia più a un luna park che a un modo di intendere il calcio. Era così a Foggia, è stato così nella prima avventura a Pescara ed è così anche nella seconda.

Lasciamo stare gli ultimi mesi della mesta stagione passata, nata male e conclusa peggio: è ora che si vede l'impronta di Zdenek Zeman sugli abruzzesi. Un'impronta inconfondibile, fatta di tanti goal all'attivo e altrettanti al passivo. Come sempre.

Il 5-1 all'esordio contro il Foggia - guarda caso, la madre di tutte le patrie per Zeman - aveva illuso: Pettinari nuovo Immobile e via con la giostra. Ma il Perugia del capocannoniere Han ha rivelato senza troppi complimenti l'altra faccia della medaglia: una fase difensiva ancora una volta rivedibile.

È sempre stato così, nella carriera del boemo: altrimenti Zemanlandia non si sarebbe instaurata nella storia del calcio italiano. E apparentemente sarà così anche quest'anno, come sembra confermare il 4-2 con cui la formazione di Giunti ha fatto a fettine i biancocelesti.

Ricapitolando con un po' di numeri: dopo due giornate il Pescara di Zdenek Zeman ha vinto una partita e ne ha persa un'altra, ma soprattutto ha segnato 7 reti subendone 5. Non è la peggior difesa e nemmeno il miglior attacco, ma c'è comunque da divertirsi. Bentornato, boemo.