Notizie Livescore
Liga

500 goal in carriera per Suarez: 500 palloni in regalo alle sue squadre

22:18 CET 23/03/21
Luis Suarez Atletico Madrid 2020-21
Gesto particolare dell'attaccante, che ha voluto ringraziare Uruguay, Nacional, Groningen, Ajax, Liverpool, Barcellona e Atletico Madrid.

Come Cristiano Ronaldo, Leo Messi, Zlatan Ibrahimovic e Robert Lewandowski, anche Luis Suarez ha raggiunto i 500 goal in carriera. Il bomber uruguagio, infatti, è arrivato alla straordinaria cifra tonda nell'ultimo match della Liga, contro il Deportivo Alaves. Festeggiando in modo particolare.

Suarez ha deciso di usare il dato raggiunto per ringraziare le squadre con cui ha giocato durante la sua carriera iniziata oramai nel 2004, quando vestiva la casacca del Nacional di Montevideo. Da lì il Groningen e l'esplosione con Ajax, Liverpool, Barcellona ed Atletico Madrid.

Il Pistolero donerà 500 palloni alle giovanili di queste squadre, alle quali va aggiunta la Nazionale uruguagia. Una decisione di certo non costosa per uno come lui, ma simbolico per ricordare come ci sia voluto del tempo ed un lavoro continuo per raggiungere una tale cifra:

"Ho voluto restituire qualcosa alle sette squadre che mi hanno formato come calciatore, per dare una spinta ai giocatori giovani che hanno bisogno di sostegno e attrezzature per incoraggiarli a seguire i loro sognii"

"Volevo rendere omaggio alle squadre, ai giocatori e ai tifosi che hanno fatto parte del mio viaggio; Nacional, Groningen, Ajax, Liverpool, Barcellona, Atletico Madrid e Uruguay sono nel mio cuore, è un omaggio speciale a loro e alle loro comunità".

Dopo aver vinto tutto in carriera con le maglie dei club, Suarez, oramai 34enne, spera di poter conquistare nel 2022 l'unico grande trofeo che ancora manca al suo palmares: in Qatar probabilmente l'ultima opportunità di sollevare la Coppa del Mondo, dopo aver comunque alzato al cielo la Copa America del 2011.

Vicino alla Juventus la scorsa estate, Suarez è ripartito dall'Atletico Madrid ritrovando il gusto del goal ed un ruolo da protagonista che mancava da tempo, visto e considerando il ruolo da cannoniere in Barcellona sì, ma oscurato nel lungo periodo dalla stella più luminosa di tutte, quella di Messi.