News LIVE

Coppa Italia: Roma-Juventus è tempo di rivincita... ma dove si giocherà?

Chiamatele follie del calcio italico. Sì perchè solo da noi possono succedere cose di questo tipo. A un anno di distanza la storia potrebbe ripetersi. Di mezzo sempre al Roma. E anche questa volta il pomo della discordia è il regolamento delle Lega Calcio per la Coppa Italia.

Il tabellone dei quarti metterà di fronte Roma e Juventus, come da tabellone, match che in teoria si dovrebbe giocare all'Olimpico il prossimo 21 gennaio. Una succosa rivincita, solo 16 giorni dopo il roboante 3-0 che i bianconeri sono riusciti a infliggere allo Stadium alla banda Garcia.

Usiamo il condizionale perchè, regolamento alla mano, se la prossima settimana, la Lazio dovesse battere il Parma e l'Atalanta dovesse eliminare il Napoli, si creerebbe una 'concomitanza di turno' e anche se Lazio-Atalanta sarebbe comunque in programma il 28 gennaio (7 giorni dopo Roma-Juventus), si rischierebbe l'inversione di campo, con la Juventus agevolata a giocare fra le mura amiche.

Come scovato dal 'Corriere dello Sport', ecco cosa dice il punto 3.7 del regolamento: "In caso di concomitanza, la vincente della Coppa Italia o in subordine la società meglio classificata nell’ultimo campionato mantiene il diritto di giocare in casa". Insomma, la Roma rischierebbe di rivivere la barzelletta dello scorso anno quando, nonostante la Lazio giocò due settimane prima il suo quarto di finale casalingo, Roma-Fiorentina, diventò Fiorentina-Roma, dopo una lunga trafila di lamentele alla Giustizia Sportiva e alla Corte federale.

Una concomitanza 'non concomitanza' rischierebbe di fare esplodere un vero e proprio caso. Tutto dipenderà dalla Lazio, ma sopratutto dal Napoli. Se gli azzurri, che sulla carta sono ovviamente favoriti sull'Atalanta, dovessero vincere, allora conterebbero gli accoppiamenti da tabellone. Si giocherebbe al San Paolo e si eviterebbe l'ennesima farsa all'italiana.

//