Mutu e quel retroscena su Ibrahimovic: “Era ossessionato da Cristiano Ronaldo”

Adrian Mutu torna a parlare del suo ex compagno di squadra, Zlatan Ibrahimovic, ai tempi della Juventus del 2005/06: "Aveva gli incubi, mi svegliò dicendo 'CR7 è più forte di me'".

Zlatan Ibrahimovic si sa, non è esattamente un campione di modestia. A quanto pare, però, ai tempi della Juventus l'attaccante svedese era quasi ossessionato dalla concorrenza di Cristiano Ronaldo. A rivelarlo è Adrian Mutu, attualmente in forza agli indiani del Pune City ed ex compagno di stanza di Ibra nella stagione 2005/06.

Nel corso di un'intervista rilasciata alla testata romena 'Costin Desliu', il 36enne Mutu svela un curioso aneddoto: "Zlatan è il migliore. Quando eravamo compagni di squadra alla Juve spesso dormivamo nella stessa camera dopo le partite. Una volta, nel cuore della notte, si è svegliato e, agitato, si è messo a urlare: 'Adi, sveglia! Ho avuto un incubo. Ho sognato che Ronaldo era più forte di me!".

Da bravo 'terapeuta' l'ex attaccante della Fiorentina ha poi calmato Ibrahimovic rassicurandolo sulle proprie qualità: "Ho cercato di tranquillizzarlo ed è riuscito a riaddormentarsi solo quando gli ho detto: 'No, Zlatan, no! Tu sei il migliore al mondo. Calmati...".

Nel corso della stessa intervista Mutu ha poi raccontato di aver avuto da sempre un giocatore preferito: si tratta di Ronaldinho, ex stella di Barcellona e Milan, mentre l'allenatore che più lo ha colpito è stato Cesare Prandelli.


Get Adobe Flash player