La confessione sconvolgente di Kieft: "Io tossicodipendente per 18 anni"

L'ex attaccante del Pisa e del Torino Wim Kieft, ammette: "Ero disperato, da quattordici mesi però sono pulito".

E' stato uno dei più importanti giocatori olandesi a cavallo degli anni '80 e '90 e con la Nazionale del suo paese ha anche vinto l'Europeo del 1988.

Wim Kieft non solo ha vinto tutto in patria con le maglie di Ajax e PSV, ma è stato anche protagonista per alcune annate in Italia, al Pisa prima ed al Torino poi.

L'ex attaccante, attraverso un'autobiografia, ha rivelato di esser stato schiavo della droga una volta ritiratosi dal mondo del calcio: "Per diciotto anni sono stato un tossicodipendente, uno cerca un rifugio nella cocaina quando la situazione è disperata, entri in un giro dal quale non riesci più ad uscire".

Kieft ora sta cercando di mettersi il peggio alle spalle e ci sta riuscendo grazie all'ex tecnico del PSV, Fred Rutten: "Gli sono grato perchè è stato lui a portarmi in clinica. Avevo toccato il fondo ma ora sto seguendo un programma di disintossicazione e sono pulito da 14 mesi".