Matteini va in Brunei ma poi se ne scappa: "Se resto qui divento pazzo"

Davide Matteini, dopo aver lasciato il Tuttocuoio ed essere approdato al Dpmm per 170mila dollari l'anno, è tornato in Italia: "Lì niente discoteche e alcol. E le donne... ".
Per Davide Matteini, l'avventura calcistica in Brunei si è trasformata presto in incubo e l'attaccante è tornato immediatamente in Italia. Il 31enne, dopo aver lasciato il Tuttocuoio (Lega Pro) e aver firmato per il Dpmm, club di Bandar Seri Begawan, è letteralmente fuggito per rientrare in patria.

Il giudizio di Matteini sul Paese è eloquente: "Qua c'è davvero poco - riporta la 'Gazzetta di Reggio' - E' una piccola isola dove tutti pregano dalla mattina alla sera. Persino di notte si sente il muezzin salmodiare dal minareto. È un disastro. Sembra di essere al Vaticano, ma con più rigidità. Non ci sono discoteche, pub o locali. Non danno neppure l'alcol nei ristoranti e le ragazze… lasciamo perdere. Insomma, è tutto molto diverso dal mondo a cui siamo abituati in Occidente. Adattarsi a vivere qui sarebbe dura. Credo proprio che rinuncerò alla proposta".

Ciò che colpisce, è che Matteini si era recato in Brunei per firmare il lauto contratto da 170mila dollari a stagione soltanto due giorni fa per militare nel campionato di Singapore con una società nata nel 2000: "Tenetevi il Brunei, se resto qui divento pazzo", il concetto della punta lascia poco spazio alle interpretazioni e così il ritorno in Italia diventa presto realtà.

Il giocatore era stato apprezzato dal principe Al-Muhtadee Billah, erede al trono e figlio del sultano Hassanal Bolkiah, il quale non aveva esitato a volerlo portare al Dpmm: "È venuto a vedere l'allenamento ed è rimasto impressionato da Davide, il problema è che lui non se la sente di rimanere". Questo quanto raccontato da Simone Quintieri, amico di Matteini che ha scelto qualche strada calcistica 'curiosa' come quella in Indonesia.

Tra l'altro il livornese Matteini, che in carriera ha anche insossato le maglie di Empoli e Pescara prima di essere acquistato dal Parma, non è nuovo ad esperienze particolari: a settembre si era presentato in qualità di corteggiatore per il programma televisivo di Maria De Filippi, 'Uomini e Donne'.