PSG-Lorient 4-0: Poker per la fuga, la firmano Lucas, Menez e Cavani

Partita subito al sicuro per gli uomini di Blanc, che vanno al riposo sul 3-0 grazie alle reti di Lucas, Menez e Cavani. Nella ripresa lo stesso 'Matador' arrotonda il punteggio.
Il Paris Saint-Germain domina al Parco dei Principi contro uno sfortunato Lorient. Sotto la pioggia della capitale francese la squadra di Laurent Blanc si impone per 4-0 e consolida la sua posizione in vetta alla classifica, in attesa della risposta del Monaco.

Per il Lorient prosegue il momento critico, con una posizione in classifica deficitaria a quota 10 punti. Per i bretoni però c’è l’attenuante degli infortuni, che in questa sfida hanno costretto mister Gourcuff ad operare due cambi dopo neanche mezz’ora di gioco.
 
FORMAZIONI - Un’infiammazione al ginocchio costringe ai box Zlatan Ibrahimovc, ma il trio d’attacco dei parigini fa ugualmente paura con Lucas, Cavani e Menez. Confermata la linea difensiva con Jallet, Marquinhos, Alex e Digne davanti a Sirigu, in mediana giocano Thiago Motta, Verratti e Rabiot. Il Lorient si presenta invece con un 4-4-2 guardingo: Audard tra i pali; Kone, Manga, Guerreiro e Baca in difesa, Jouffre, Monnet Paquet, Lautoa, Barthelm a centrocampo e la coppia d’attacco formata da Aliadiere e Aboubakar.
 
PRIMO TEMPO - Paris Saint-Germain che mette subito in chiaro le cose: già al terzo minuto i parigini trovano la via della rete con uno splendido goal di Lucas, bravo a battere Audard con un destro al volo su cross di Digne dalla sinistra. L’immediato svantaggio sveglia gli ospiti, che dopo cinque minuti provano a rendersi pericolosi con un colpo di testa di Guerreiro, ma è soltanto un fuoco di paglia. Il PSG continua ad attaccare ed il gol del raddoppio sembra essere nell’aria.

Per il Lorient subentra anche la sfortuna: nel giro di due minuti gli ospiti sono costretti ad effettuare due cambi. Prima Aliadiere è costretto a lasciare il posto a Diallo per un problema muscolare, poi deve lasciare il campo anche il portiere Audard, infortunatosi nel tentativo di prendere il pallone in uscita. Al suo posto entra Reynet. Cambi che non sortiscono alcun effetto nel match, con Cavani ancora vicino al raddoppio con un mancino che termina alto.
A cinque minuti dalla fine un assist illuminante di Marco Verratti mette Jeremy Menez in condizione di realizzare la rete del raddoppio.

Il diagonale mancino del francese capitalizza al meglio l’assist no-look dell’ex Pescara, tra i migliori dei suoi nella prima frazione. Non finsice qui, però. Prima che l’arbitro mandi tutti negli spogliatoi c’è gloria anche per Cavani, che insacca il goal del 3-0 di testa a porta vuota su cross di Lucas.
 
SECONDO TEMPO - Nella ripresa il Paris Saint-Germain non deve fare altro che amministrare il largo vantaggio ottenuto nei primi 45 minuti, ma nonostante ciò è sempre la squadra di Laurent Blanc a rendersi pericolosa in fase offensiva. Lucas continua ad innescare Cavani, ma stavolta è bravo il portiere Reynet dopo nemmeno un minuto dal ritorno in campo.

Con gli ingressi di Pastore e Lavezzi i parigini si affidano con maggiore insistenza al contropiede. È proprio Pastore ad innescare l’azione più pericolosa della ripresa, lanciando Jallet sulla destra, il cui cross diventa un tiro che manca di poco il bersaglio. Il Lorient risponde con Aboubakar, ma dopo una partita di totale inattività Sirigu si fa trovare pronto e chiude la porta.

A dieci minuti dal termine Menez ha tra i piedi il pallone del 4-0, ma il suo pallonetto viene deviato da Reynet. Sulla ribattuta Cavani protesta per un presunto fallo in area ma l’arbitro lascia correre. È solo questione di tempo per il Matador, che all’81’ trova comunque la doppietta: colpo di testa di Rabiot su calcio d’angolo, Reynet respinge sui piedi di Cavani che insacca in tutta facilità.
 
LA CHIAVE - Marco Verratti, la cassaforte della squadra parigina. Una garanzia palla al piede, una certezza per gli attaccanti che possono solo dettare il movimento e attendere l’assist. Anche quando sembra impossibile, il gioiello della Nazionale di Prandelli esce fuori il coniglio dal cilindro. Chiedere a Menez e a tutta la difesa del Lorient per informazioni, riguardo al gol del raddoppio del PSG.
 
MOVIOLA - Una partita dalla facile conduzione per l’arbitro Duhamel. Forse un arbitraggio troppo all’inglese  nella prima frazione, quando il povero Menez ha subìto colpi ha ripetizione senza mai vedere un cartellino sventolato agli avversari. Nella ripresa Cavani reclama un rigore per una spinta di Koné, ma l’arbitro lascia correre.