Recoba è tornato! Campione d'Uruguay col Nacional, ha deciso il titolo con una giocate delle sue... (VIDEO)

Trionfo che regalerà un sorriso pure agli interisti. Alvaro è stato croce e delizia in nerazzurro: goal e giocate da urlo, ma quel rigore contro l'Helsingborg...
'El Chino' Recoba è tornato. E lo ha fatto in grande stile: campione di Uruguay con il Nacional de Montevideo, titolo di Apertura in cassaforte (VIDEO). E un sorriso lo avrà dato pure agli interisti, che in questo momento non se la passano affatto bene. Lui, Alvaro, uno che in nerazzurro è stato croce e delizia.

Campionato deciso all'ultimo, vittoria nel segno di Recoba: l'uruguaiano ha dato la vittoria ai suoi nella gara contro il Liverpool con una magia, una giocata che ha fatto esplodere il Centenario e messo in bacheca il titolo. Limite dell'aria, finta a rientrare e sinistro a giro, chirurgico, all'angolino. Apoteosi.

E' stata una stagione importante per Recoba: due settimane fa era stato proprio lui a risolvere un'altra gara mozzafiato, quella contro i rivali di sempre del Penarol. Un'altra specialità della casa, un calcio di rigore, per giunta al novantesimo, che ha dato ha dato il là alla marcia trionfale del Nacional.

E pensare che gli interisti, al Chino, lo ri ricordano soprattutto per un altro rigore, quello maledetto calciato contro l'Helsingborg. Preliminari di Champions, Recoba fallisce dal dischetto condannando l'Inter all'eliminzione. Sono passati dieci anni e Alvaro non è soltanto questo: alcune delle sue giocate nerazzurre fanno ancora battere le mani.

Gìà. Goal innanzittutto - ne ha infilati cinquantatre, mica uno scherzo - ma anche assist, tante giocate che hanno fatto la felicità degli attaccanti interisti dell'epoca.

Poi è vero, la continuità non è mai stata il suo forte, su questo quelli del Biscione e gli amanti del calcio si sono sempre divisi. Ma i colpi li ha sempre avuti. Al Centenario hanno ammirato il meglio di Alvaro, quello che, in fondo, lo rende uno dei giocatori più amati di sempre dai tifosi nerazzurri.