Generazioni di Fenomeni: Mesut Özil, “Der Neue Diego” di Brema

Il centrocampista di origine turca ha già convinto gli esperti per le grandi doti tecniche.
BIO

Nome: Mesut Özil
Data di nascita: il 15 ottobre 1988
Luogo di nascita: Gelsenkirchen (Germania)
Altezza: 180 cm
Peso: 70 kg
Ruolo: centrocampista
Piede preferito: sinistro
Squadra di appartenenza: Werder Brema


SUBITO IN EVIDENZA
: In Germania si accorgono immediatamente delle sue spiccate doti tecniche e ampia visione di gioco. Mesut Özil inizia il suo percorso calcistico nel DJK Westfalia 04 Gelsenkirchen e debutta professionisticamente nello Schalke 04 nel 2006. Özil a soli 19 anni esordì in Bundesliga contro l’Eintracht Francoforte, col tecnico Slomba che lo butta nella mischia, sicuro del suo talento. Nel 2006 continua il momento magico e colleziona ben 12 presenze in campionato e 1 in coppa Uefa. La sua storia con lo Schalke 04 è destinata comunque a finire da lì a poco, per evidenti problemi con la dirigenza e per le difficoltà nel rinnovare il contratto.

IL PASSAGGIO AL WERDER BREMA: Nel gennaio 2008 viene venduto ai rivali del Werder Brema, che fiutando il grande talento di Ozil non persero tempo a metterlo sotto contratto. Il Werder Brema lo paga 4.3 milioni di euro, firmando un contratto fino al 30 giugno 2011 e strappandolo all’agguerrita concorrenza di mezza Bundesliga. Sul giocatore, infatti, erano piombati il Bayern Monaco, Real Madrid, Hannover, Stoccarda e Amburgo. Con i biancoverdi è subito una sorpresa positiva, con 12 presenze e primo goal nel campionato tedesco: il 26 aprile 2008 contro il Karlsruhe. L’exploit definitivo avviene però nella prima parte della stagione 2008/2009: 14 presenze, 3 goal, 5 assist in Bundesliga e 6 presenze in Champions. Le sue giocate incantano le platee e gli addetti ai lavori, che lo definiscono subito come il nuovo fenomeno di Germania. Straordinario il suo mese di settembre quando viene addirittura premiato dalla rivista tedesca “Kicker” come giocatore del mese, ed è stato inserito nella classifica dei 100 miglior giovani d'Europa.

ARRIVA ANCHE LA NAZIONALE: Le giocate di alta classe mostrate al Werder Brema gli valgono la convocazione in Nazionale Under 21. In precedenza aveva fatto parte anche della Nazionale tedesca Under 19. Ha collezionato 11 presenze e 4 goal con la maglia dell’under 19, 10 presenze e 4 goal con quella dell’under 21.

“DER NEUE DIEGO”, IL NUOVO DIEGO: Il giocatore di origine turca viene in seguito paragonato a Diego, grazie al fatto di essere un giocatore molto duttile, che può giocare sia come centrocampista centrale, sia come esterno sinistro, sia a supporto delle punte. Rapidissimo palla al piede, dotato di un ottimo dribbling, Özil fa dell’ottima visione di gioco e del passaggio smarcante la sua arma in più. Discreto fisico, ha un ottimo mancino con cui prova spesso il tiro dalla distanza. In virtù delle sue facoltà tecniche è quindi "il nuovo" Diego, idolo della tifoseria biancoverde. Con la possibilità concreta che il brasiliano possa lasciare il Werder, per il forte interessamento della Juventus, ma anche di molti altri club europei, Ozil diventerebbe di diritto il suo vero erede al Weserstadion.

Antonio Vitiello


Tutte le puntate precedenti di Generazione di Fenomeni