Calciomercato Lazio, paura e sollievo per Djordjevic: ginocchio ok per il prossimo acquisto

Durante la sfida tra Nantes e Montpellier, Djordjevic, che qualche giorno fa ha annunciato il suo passaggio alla Lazio, è uscito in barella: il ginocchio è comunque ok.
Nella giornata che segna la prima convocazione per Helder Postiga, la Lazio riesce a sorridere completamente. Senza dover arrivare a mettere in mezzo la contestazione dei tifosi e il caos della guerra tra gli ultras e Lotito, c'è un fatto che ha rischiato di non far dormire sonni tranquilli alla dirigenza biancoceleste. Relativamente al futuro.

Durante la sfida di Ligue 1 tra Nantes e Montpellier, infatti, Filip Djordjevic è uscito dal campo in barella. Dolorante ha lasciato il posto a Alejandro Bedoya al minuto 51, con i suoi in vantaggio per 2-1. Dalle prime analisi pareva una distorsione al ginocchio destro. Un infortunio che pareva serio per il prossimo acquisto della Lazio.

Djordjevic, dopo essere arrivato ad un passo dalla Lazio nel calciomercato di gennaio, ha avuto la peggio in un duello aereo con Abdelhamid El Kaoutari franato sopra l'attaccante serbo. Si è temuto per la rottura dei legamenti: il giocatore però, dopo i primi controlli, ha rassicurato tutti. Solo paura, il ginocchio è ok.

Mercoledì il nazionale serbo aveva annunciato l'approdo a Roma a partire dalla prossima stagione. Ovviamente se sarebbe stato confermato il grave problema al ginocchio Djordjevic tornerebbe a disposizione della Lazio solamente a fine 2014.

Non sarebbe stata la prima volta per la Lazio il dover ingaggiare giocatori alle prese con gravi infortuni, leggasi per esempio Paul Gascoigne, arrivato in biancoceleste dopo la rottura del legamento crociato del ginocchio destro.

Il 26enne di Belgrado non ha rinnovato il proprio contratto in scadenza con il Nantes il prossimo 30 giugno, dal primo luglio sarà della Lazio. A quanto pare, fortunatamente, senza infortuni gravi.

Filip Djordjevic ha toccato quota dieci in questo campionato, prima punta mancina con diverse presenze nella nazionale serve. Ora lui, il club attuale e la sua prossima squadra tirano un sospiro di sollievo.