D'Amico torna col pensiero a gennaio: "Giovinco in MLS, che colpo"

Andrea D'Amico, agente di Sebastian Giovinco, ripercorre le tappe del trasferimento a Toronto. E su Mazzarri dice: "Sta aspettando il progetto giusto".

Storia di pochi mesi fa: Sebastian Giovinco tronca con la Juventus e firma con Toronto , per cominciare una nuova vita calcistica e diventare una stella della MLS. Dietro c'è lo zampino di Andrea D'Amico , uno dei procuratori più abili e conosciuti del mondo del calcio e, appunto, agente della 'Formica Atomica'.

"Il ragazzo è in scadenza con la Juve, parliamo con il club ma non ci sono i presupposti per il rinnovo - spiega D'Amico in un'intervista a 'Libero Quotidiano' - Allora mi guardo in giro ma tutte le soluzioni non soddisfano Sebastian. Il Bologna , per dire, in quel momento farebbe carte false per averlo ma è in serie B. Allora mi viene in mente una recente chiacchierata che ho fatto con i vertici dell’MLS, in America, e mi illumino: stanno vivendo la “terza fase” di sviluppo del prodotto calcio, per loro Giovinco è perfetto" .


LEGGI DI PIU': Giovinco rookie dell'anno | Giovinco re della MLS


Quando Giovinco arriva in Canada "diventa una star. L’MLS è un torneo straordinario, il futuro è lì: hanno strutture all’avanguardia, stadi pieni, entusiasmo, capacità di esportare il prodotto. Ho detto loro: “Se Hollywood decide di fare un film sul soccer è fatta”. Lo faranno".

L'ex bianconero non sarà l'unico a fare il percorso Italia-Stati Uniti, comunque "Prima di Sebastian ho sistemato Donadel al Montreal, altri arriveranno già a gennaio" dice ancora D'Amico, che porta l'esempio di Sergio Porrini , fine anni 90, per affermare come il fenomeno dei calciatori italiani all'estero non sia recente.

Un altro spesso accostato a club stranieri, poi, è Walter Mazzarri . Altro assistito di D'Amico, che di lui dice: "È il tecnico più “mentale”, preparato e determinato che io abbia conosciuto, sta solo aspettando il progetto giusto".