Milan, ecco Romagnoli: "Sono stato pagato tanto per dare una mano"

Alessio Romagnoli sbarca a Milano per visite e firma col Milan: "Se ci sarà la possibilità prenderò la numero 13".

Dopo settimane di inseguimenti, offerte, rifiuti e incontri, l'accordo è realtà: Alessio Romagnoli è un giocatore del Milan. Ora è tempo di visite mediche, poi sarà ufficializzato dal club rossonero e potrà aggregarsi ai suoi nuovi compagni, per regalare qualità alla fin qui traballante difesa del mentore Mihajlovic.

La conferma di quel che già si sapeva è arrivata dalla stessa società rossonera sul proprio profilo ufficiale di Twitter: "Alessio Romagnoli si sottoporrà oggi alle visite mediche".

25 milioni, senza bonus: è questo il prezzo giusto in cambio del quale la Roma ha pronunciato il suo "ok", dopo settimane estenuanti di tira e molla. Con i giallorossi che si riservano una percentuale su una possibile, futura cessione del giocatore da parte del Milan.

Romagnoli, come noto, è - senza contare il ritorno di Rodrigo Ely - il quarto rinforzo del Milan nell'attuale sessione di mercato, dopo Bacca, Luiz Adriano e l'altro ex romanista Bertolacci. Ora, per chiudere in bellezza, rimane vivo il sogno Zlatan Ibrahimovic. Ma come ha confessato l'ad Galliani negli scorsi giorni, è un'operazione "difficilissima".

Il nuovo centrale del Milan, dopo il suo arrivo a Linate, ha spiegato: "Adesso devo pensare a fare del mio meglio sul campo". A proposito del nuovo numero di maglia, Romagnoli non si è sbilanciato: "Io sono un fan pazzesco di Valentino Rossi, ma non so. Se potrò prenderò il 13 ma vediamo. Il paragone con Nesta? Importante ma ci vuole tanto per arrivare ai suoi livelli".

Romagnoli è stato un acquisto fortemente voluto da Sinisa Mihajlovic: "Il mister mi ha detto che se ci fosse stata la possibilità mi avrebbe portato con lui. Parlando con il mio procuratore e con Sabatini abbiamo deciso di chiudere questa operazione. Responsabilità? Sono stato pagato tanto per questo, per dare una mano. Cercherò di dare tutto me stesso, devo solo restare tranquillo. Garcia? Avevo un buon rapporto con lui, non voleva vendermi".

Il nuovo difensore rossonero è considerato uno dei grandi talenti del calcio italiano: "Non penso alla Nazionale, adesso sono ancora in Under 21". E presto al Milan.

Intanto l'ex Roma ha già iniziato a vivere da vicino l'ambiente milanista, effettuando le visite mediche come testimonia un tweet apparso sul profilo ufficiale del club:

Get Adobe Flash player