Embargo Fiorentina: "Salah mai in Italia!". Roma e Inter si defilano

Per evitare di andare in tribunale, la Fiorentina ha chiesto al Chelsea di non cedere Salah in Italia. Inter e Roma si allontanano.

La frittata è ormai stata fatta, ma c'è ancora tempo per evitare che si bruci. E ciò che la Fiorentina ha fatto capire al Chelsea in merito al caso Salah, con una richiesta piuttosto esplicita.

Per evitare che la vicenda si protragga fino alle aule di tribunale, la Fiorentina - come riporta 'Il Corriere dello Sport' -  ha praticamente 'ordinato' al Chelsea di non cedere Salah in Italia.

E' questo l'unico compromesso a cui è disposta a scendere la Fiorentina. Esclusa l'ipotesi di un risarcimento economico o quella del prestito di giocatori come Oriol Romeu, non considerati utili al progetto tecnico di Paulo Sousa.

Se il Chelsea accetterà le condizioni della Fiorentina, allora Roma e Inter potranno mettersi definitivamente il cuore in pace. Tutto verrà definito nelle prossime 48, decisive per l'eventuale archiviazione del caso Salah.

Ieri, come ampiamente previsto, l'egiziano non si è presentato a Firenze per le visite mediche ed è rimasto a Londra, in silenzio, perché ha capito che esporsi in questo momento può essere solamente deleterio.

Mourinho ha detto chiaramente che non ha intenzione di puntare su di lui e quindi, una volta che Fiorentina e Chelsea avranno trovato un accordo, Salah dovrà cercarsi una nuova squadra.

Una squadra che, con tutta probabilità, non sarà italiana. L'Inter, del resto, ha capito l'antifona e si sta concentrando su Jovetic, mentre la Roma deve pensare prima a trovare un attaccante e Salah, oggi più che mai, appare lontanissimo.

Get Adobe Flash player