Lazio-Genoa è la partita di Sculli: 1,1 milioni da Lotito per... allenarsi da solo

Giuseppe Sculli è sempre più un peso per la Lazio, dalla quale percepisce lo stipendio senza scendere in campo. E lunedì a Roma arriva il suo Genoa.
Lazio-Genoa di lunedì sera sarà una partita particolare soprattutto per Giuseppe Sculli, cinque stagioni a Genova tra il 2006 e il 2011 più altri due spezzoni di stagione che l'hanno eletto a vero e proprio idolo della tifoseria rossoblù.

Attualmente l'attaccante calabrese è tesserato dalla società biancoceleste, con la quale però il rapporto sembra essere arrivato ai minimi storici: come riportato dall'edizione romana de 'La Gazzetta dello Sport', il giocatore si allena ormai da tempo da solo ma continua comunque a percepire lo stipendio che fino a giugno ammonta ad 1,1 milioni.

La Lazio ha provato a tutti i costi a piazzarlo nell'ultima sessione invernale di mercato appena conclusasi, ma senza successo: per Sculli erano arrivate anche delle offerte allettanti dagli Emirati Arabi Uniti, dove il mercato non è ancora chiuso.

A questo punto è però probabile che attenda la fine, tra qualche mese, del suo tormentato rapporto col club capitolino: a settembre, prima della gara di andata contro il Genoa, affermò senza problema che avrebbe tifato per i liguri, pensiero che a quanto pare non sembra essere cambiato.