Notizie Risultati Live

Braccio di ferro Juventus-Sassuolo per Berardi: a breve il summit-chiave

  Romeo Agresti
Corrispondente Juventus per Goal Italia

Il mistero s’infittisce, futuro ancora tutto da decifrare per un giovane talento del calcio italiano, chiaro riferimento a Domenico Berardi , calciatore in compartecipazione tra Juventus e Sassuolo , in bilico tra la permanenza in neroverde ed il grande salto con la casacca bianconera. Di definito al momento non c’è ancora nulla, analisi e pensieri incombono, la scelta non sarà delle più semplici da prendere. 

Intendiamoci, la Vecchia Signora crede fermamente nelle capacità del 19enne calabrese, ma la valutazione va estesa ad ampio raggio, interpellando proprio il diretto interessato, pronto a rimanere senza problemi ancora un’altra stagione alla corte di Eusebio Di Francesco.

Juventus e Sassuolo nelle ultime settimane hanno avuto modo di colloquiare, a breve si rivedranno per cercare di risolvere tutte le compartecipazioni in ballo, ma la concentrazione principale toccherà proprio Berardi, giocatore che stuzzica (e non poco) Antonio Conte, pronto a valutarlo nel pre-campionato qualora si decidesse di intraprendere un tipo di percorso che non entusiasma l’entourage del diretto interessato, ma che fornirebbe al tecnico salentino l’opportunità di visionarlo e valutarlo quotidianamente per qualche settimana.

Il Sassuolo, dal canto suo, auspica nel rinnovo della compartecipazione con annessa permanenza in terra emiliana, stesso discorso per Simone Zaza , pedine ritenute dai neroverdi imprescindibili per le sorti future. E se per il 22enne bomber lucano non dovrebbero esserci problemi, nonostante il forte pressing di Udinese, Parma e Torino , per Berardi la Juventus in queste ore deciderà che tipo di strategia intraprendere.

In un primo momento – a testimonianza di come gli eventi siano piuttosto volubili – nel torinese avevano pensato ad affidare la grande chance nei piedi di Manolo Gabbiadini , altro elemento al 50% di proprietà juventina (assieme alla Sampdoria), il quale rimarrà verosimilmente a Genova per ancora un’annata calcistica.

Conte studia nuovi percorsi tecnico-tattici da intraprendere, il 4-3-3 è un modulo che lo stuzzica pesantemente e, in quest’ottica, Berardi potrebbe tranquillamente dire la sua. Certo, senza grandi pressioni e con tanta pazienza alla base, ma con le migliori aspettative in ottica progettuale.

Segnare 16 reti al primo anno di massima serie è un dato da analizzare oculatamente, il talento c’è ed è di notevole caratura, impossibile non pensare di lanciare un profilo simile, a maggior ragione con questi chiari di luna.

Berardi attende notizie, il suo entourage anche. Il binomio – fino a qualche giorno fa –  ha vissuto con la convinzione di rimanere a Sassuolo, certezza affievolitasi con il trascorrere delle settimane, ma scenario ancora altamente probabile. I neroverdi premono per la permanenza, Madama medita di portare immediatamente 'Mimmo' a Torino. A breve la verità.