Terremoto Felipe Melo! Il centrocampista sbotta: "La Juve non mi rispetta, ma io voglio restare"

Il centrocampista della Juventus è molto arrabbiato con la società che, a suo dire, gli sta mancando di rispetto: "Nessuno smentisce le voci sul mio conto, non sono uno qualsiasi".
E alla fine anche Felipe Melo si arrabbiò! Il centrocampista brasiliano in forza alla Juventus, dopo tante critiche ed un rapporto molto difficile con i tifosi, non conosce ancora il proprio futuro, ma innanzitutto chiede rispetto.

"Leggo i giornali tutti i giorni, leggo anch’io tante cose che non mi fanno certo piacere - ha raccontato il centrocampista brasiliano alla 'Gazzetta dello Sport' - Diciamo che la Juve non mi sta rispettando. O meglio, ho questa impressione perché vedo il mio nome inserito in ogni trattativa e non sento smentite da parte della società. E nemmeno ho ricevuto una telefonata. Io non sono uno qualsiasi, non sono la chiave per arrivare a nessuno. Penso di essere un patrimonio importante per la società. Sento parlare di questo e quel centrocampista da comprare, e forse si scordano che senza di me la squadra non ha quasi mai vinto in questa stagione".

Dichiarazioni molto decise quelle del 28enne centrocampista che prosegue il suo sfogo: "Ormai addosso ho un’etichetta appiccicata, non c’è nulla da fare. Ho fatto un solo errore nell’ultima stagione, in casa contro il Parma. Per il resto sono stato quasi perfetto. Ho preso forse quattro-cinque ammonizioni in tutto. Ho sempre onorato la maglia bianconera, e negli ultimi mesi ho spesso giocato in condizioni pessime, ma non ho mollato. Credo di aver riscattato la scorsa stagione, anche grazie alla fiducia che Delneri non mi ha mai negato. I tifosi se ne sono accorti e infatti mi vogliono bene" .

Un messaggio duro rivolto alla società, dunque, da parte di un giocatore che spera di rimanere però in bianconero: "Io voglio restare, amo la Juve, voglio vincere con questa maglia. La mia famiglia sta benissimo a Torino e i miei figli ormai sono torinesi. Non ho bisogno di cercare grandi piazze, perché meglio della Juve non c’è niente, ancor di più adesso che sta partendo un progetto molto ambizioso. Non vorrei andarmene senza titoli. Sogno una stagione da scudetto e una nuova chiamata dalla Seleçao, ma non resto dove non mi vogliono. Però, deciderei io dove andare. E di certo le offerte non mancherebbero".