C'è anche mercato nella festa del Palermo, Zampa avvisa Delio: "Se ha preso accordi con qualcuno vorrei saperlo per muovermi anch'io". Poi annuncia Zahavi ufficiale

Il 24enne attaccante israeliano dell'Hapoel Tel Aviv è il quarto acquisto già messo a segno dai rosanero, dopo il novarese Gonzalez e i promettenti baby Milanovic e Labrin.
Niente da fare, nanche la grande festa con cui il Barbera celebra il raggiungimento di una storica finale di Coppa Italia riesce a far 'sciogliere' Delio Rossi e Maurizio Zamparini, annunciando un prolungamento del rapporto che a questo punto è sempre meno probabile.

Emblematiche le parole del tecnico del Palermo al termine del match vinto sul Milan: "Il mio futuro? Non si può pensare dal mio punto di vista che il lavoro venga valutato solo sulla base dei risultati, il mio pensiero non cambia se siamo in finale oppure no...".

Dello stesso tenore - non esattamente caloroso - le dichiarazioni pronunciate nell'immediato pre-partita dal presidente rosanero a 'Radio Radio': "A fine campionato ci incontreremo e se c'è sintonia continueremo insieme, se non c'è dovremo dividerci. Se lui ha già preso accordi con qualcun altro, vorrei saperlo per muovermi di conseguenza. Se Rossi va via ho 4-5 alternative. Sto monitorando dei giovani allenatori come Torrente del Gubbio, Sannino del Varese, Auteri della Nocerina...".

In attesa di sapere chi siederà sulla panchina del Palermo nella stagione 2011-2012, al termine della semifinale di ieri Zamparini ha testualmente annunciato: "Zahavi ha firmato". Eran Zahavi, attaccante israeliano classe '87 dell'Hapoel Tel Aviv è dunque il quarto acquisto già messo a segno dal club rosanero per il prossimo anno, dopo Pablo Gonzalez del Novara, il difensore serbo ex Lokomotiv Mosca Milan Milanovic (che già si allena col Palermo da due mesi)e il difensore cileno Carlos Labrin, questi ultimi entrambi ventenni.