L'allenatore Juve? La certezza: decide Lippi

A Bari convinti dell’addio di Conte. Ferrara può mettere tutti d’accordo. Voci su un accordo con Spalletti.
Il problema della Juventus sta tutto nella necessità di modificare l’accordo raggiunto da Lippi e Blanc nel “vertice della focaccia. Il proget­to prevedeva infatti che Ranieri mantenesse la panchina anche per la prossi­ma stagione, per poi lasciarla a Ferrara (destinato a occuparsi del lavoro di campo) e Lippi (in un ruolo alla Ferguson). I due però sono stati beccati sul fatto e dal quel momento alla Juve hanno dovuto abbandonare il copione e recitare a braccio, con tutte le conseguenze del caso (Ranieri delegittimato e polemi­co, squadra in balìa degli even­ti, ecc.). La Juve si è ritro­vata a dover approntare un piano d’emergenza per la prossima stagione. Perché l’arri­vo di Lippi dopo il Mondiale è scontato, ma non lo è affatto comprendere come la Juve si presenterà a quella data. Un’al­tra annata deludente come l’at­tuale, rischierebbe infatti di in­nescare meccanismi difficil­mente controllabili dai dirigen­ti.

Infatti Ranieri è saltato e con lui il piano concordato a Recco. La dirigenza juventina ha bran­colato nel buio fino al CdA del­la scorsa settimana, ora sembra avere deciso e nessuno dubita che al di là delle smentite (in fondo dovute) la scelta dell’ere­de di Ranieri sia stata condivi­sa con il ct. Infatti circola insi­stente la voce su un annuncio ufficiale nella prima settimana di giugno. Ma per non minare ulteriormente la tranquillità del gruppo, il nome non è ancora stato comunicato.

Ferrara rimane un cre­dibile candidato alla panchina 2009-10, ma a Bari sono ormai tutti convinti che nel giro di una settimana Antonio Conte verrà annunciato, dalla Juve però. Gli infruttuosi incontri per il rinno­vo e la ormai arcinota volontà del diretto interessato sono in­fatti due indizi importanti. Il terzo, che fa quasi una prova, è costituito dal fatto che il suo con­tratto non sarebbe eccessiva­mente oneroso. Per dire: Spal­letti più Lippi significa un esborso pazzesco. Lippi più Conte ha connotati meno peri­colosi in tal senso. A so­stenere che sia Spalletti il nuo­vo allenatore della Juve sono molti addetti ai lavori eccellen­ti. A supporto della tesi ci sono le voci circolate con insistenza ieri, che ipotizzano un accordo raggiunto per il prossimo qua­driennio.

Fonte: TuttoSport