L'incredibile caso Portsmouth: fallimento, retrocessione e finale di FA Cup con il rebus europeo

I Pompey potrebbero andare in Europa League ma sull'eventualità pesa l'amministrazione controllata
La stagione del Portsmouth resterà per gli annali del calcio inglese per molti motivi. Dopo aver ottenuto il triste record di essere stata la prima società penalizzata per problemi finanziari e aver avuto la certezza della matematica retrocessione pochi giorni prima, i Pompey hanno ottenuto una clamorosa vittoria sul Tottenham in semifinale di FA Cup che gli permetterà di giocarsi l'ambito trofeo contro il Chelsea nella gara secca del 15 maggio. Un risultato paradossale come paradossale sono le conseguenze implicite di questo traguardo.

La FA Cup permette infatti alla vincente di avere un passaporto per l'Europa League ma visto che l'avversario del Portsmouth è il Chelsea, già sicuro della qualificazione in Champions, la squadra di coach Avram Grant è ufficialmente qualificata per la manifestazione europea. Purtroppo però, essendo in amministrazione controllata, la società non ha i requisiti per richiedere una licenza Uefa. Una situazione difficile da sbrogliare sia per il massimo organismo europeo che per la federazione inglese anche se tutti sperano che la favola del Portsmouth si concluda con un lieto fine.

Domenico Fasciale