Lasicki esulta: "A Napoli diverso con Benitez, Mazzarri ignorava noi primavera"

Il difensore della Primavera del Napoli, Igor Lasicki, ha parlato della differenza tra gli allenatori azzurri: "Mazzarri ci ignorava, Benitez mi tratta come Higuain. Uno shock".


Non è mai stato un grande amante dei giovani calciatori, Walter Mazzarri. Ha volte ha smentito tale etichetta, ma spesso ha confermato di non essere pappa e ciccia con i primavera. A Napoli lo si è visto, all'Inter ancora troppo presto per trarre conclusioni.

Non ha certo un buon ricordo del tecnico livornese Igor Lasicki, giovane talento della Primavera partenopea. Con Rafa Benitez è cambiato tutto, altra mentalità, modi diversi di rapportarsi con i calciatori della squadra giovanile azzurra.

"Mazzarri utilizzava i calciatori della Primavera soltanto in caso di infortunio, altrimenti ci ignorava" confessa il classe 1995 a 'PilkaNozna'. "Non è mai venuto ai nostri incontri eppure siamo arrivati in finale di Coppa Italia con la Juventus..".

Benitez ha avuto un approccio diverso, scioccante per il difensore: "Si è presentato dicendomi, Ciao, sono Rafa Benitez, come stai? Cerca di fare il meglio possibile.. E’ stato uno shock! Dopo, nel primo allenamento, ho fatto un errore e credevo di passare inosservato, come accadeva con Mazzarri".

Invece Lasicki ha avuto una bella sorpresa: "Ha fermato tutti e spiegato cosa avevo sbagliato. Pensavo inizialmente che questo non fosse un bene, ma in seguito lo spagnolo si è comportato allo stesso modo con Higuain". Sbagliando si imparta, Benitez cercava di dimostrarlo.

Il Nazionale polacco ha confessato, in chiusura, di avere un bel rapporto con Paolo Cannavaro: "Ci siamo allenati assieme anche nella scorsa stagione e mi aiuta dandomi consigli in campo ma anche su altri argomenti". Probabilmente sul paragone Benitez-Mazzarri non saranno affatto d'accordo.