Giacomazzi dà l'addio al calcio: "A Lecce ricordi indelebili"

A 38 anni, Guillermo Giacomazzi ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo: "A Lecce i ricordi più belli, ringrazio anche Siena e Perugia".

Non è stato uno di quei giocatori che hanno lasciato il segno nella storia del calcio, ma di sicuro Guillermo Giacomazzi non è passato inosservato e il suo ritiro suscita un pizzico di malinconia.

A 38 anni il duttile centrocampista uruguayano ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo ed ha annunciato la sua decisione tramite una lettera pubblicata sul 'Nuovo Quotidiano di Puglia'.

"Ho preso la decisione - ha scritto -  di lasciare il calcio giocato dopo ventuno anni di professionismo. Sono tante le persone che voglio ringraziare ed inizio dalla mia prima squadra, il Bella Vista. Poi il Peñarol, la squadra più grande per titoli e tifoseria che mi ha permesso sia di approdare in Nazionale maggiore dal 1998 al 2007, sia di arrivare nella mia bellissima Lecce".

"Ed è lì, a Lecce, che sono legati i ricordi più belli: le tante emozioni regalatemi dai tifosi, dalla società e dallo staff resteranno per sempre indelebili. Ho avuto anche l'onore di indossare la fascia di capitano per tanti anni e di entrare nella storia di questo grande club".

Giacomazzi a Lecce si è realizzato anche nella vita privata: "A Lecce ho trovato l'amore, ho messo su famiglia ed i miei figli sono leccesi doc. E non potrò mai ringraziare abbastanza anche Rico e Giovanni Semeraro, Pantaleo Corvino, tutte figure importantissime nella mia avventura".

Un'altra tappa importante è stata Siena: "Voglio ringraziare anche Siena e tutti i suoi tifosi, per come mi hanno accolto e sostenuto: è stato un solo anno, ma per me e la mia famiglia sono stati mesi meravigliosi".

A Perugia ha invece chiuso il suo ciclo calcistico: "Poi voglio ringraziare il grande Grifo e tutta Perugia, una città di gente passionale ed innamorata dei suoi colori, dove ho avuto anche il grande onore di indossare la fascia di capitano".

Nel corso della sua avventura italiana, Giacomazzi ha vestito anche le maglie di Palermo ed Empoli: "Grazie a tutti - ha concluso - . Ai compagni, ai mister, ai magazzinieri, ai massaggiatori conosciuti in questi anni, spero di aver lasciato loro qualcosa a livello umano. Loro lo hanno fatto e per questo devo a tutti un grazie infinito".

Get Adobe Flash player