Chimenti suona la carica: "Salernitana non pensare alla classifica ma gioca in LIBERTA'!"

Parla l'allenatore in seconda dei granata.
Vito Chimenti ha voluto la “bicicletta” e ora pedala come secondo accanto al nuovo tecnico granata. Il celebre attaccante, ora 55enne, che superava gli avversari con un doppio colpo di tacco in corsa, è pronto a dare la carica alla Salernitana ancora in cerca di una propria identità. Da allenatore una situazione simile a quella attuale con i granata, Chimenti l’ha vissuta 5 anni fa a Matera in serie D. “Arrivai a metà del girone d’andata trovando una squadra demoralizzata. ricorda Chimenti Alla fine dell’andata eravamo a 7 punti dalla salvezza, abbiamo avuto un cambio di passo nel ritorno, siamo state tra le squadre più produttive e abbiamo raggiunto la salvezza vincendo i playout”.

Memore del passato, Chimenti dispensa consigli per il percorso della Salernitana. “Bisogna giocare ogni partita senza farsi condizionare dalla classifica. Giocare in libertà, senza essere afflitti da cattivi pensieri, aiuta a superare le situazioni difficili. Motivazioni e serenità sono elementi basilari in qualsiasi categoria”. A incoraggiare Vito, c’è anche Antonio Chimenti, portiere granata dal 1993 al 1997 e nipote dell’allenatore in seconda della Salernitata.A Salerno ho vinto un campionato, prova a vincerlo anche tu facendo restare la Salernitana in B”. Questo il messaggio di Antonio. La risposta di Vito che fu attaccante a Salerno nella stagione 1974/75, non si fa attendere: “Sono granata ruspante più di te”.

Gaia Brunelli