Livorno-Grosseto 4-1: 5 goal, 4 espulsi, ma la finale e' amaranto!

Doppietta di Danilevicius, Diamanti e Tavano i marcatori per i labronici. Inutile il goal dell'1 a 1 temporaneo di Sansovini. I grossetani finiscono in 7, il Presidente Camilli annuncia polemicamente l'addio.
Poker del Livorno che ribalta la sconfitta dell’andata e vola in finale. Adesso sono 180 i minuti che dividono gli amaranto dalla Serie A.

In campo - Brividi al “Picchi”. Dopo la sconfitta dell’andata, il Livorno cerca l’impresa per agguantare la finalissima. Per farlo mister Ruotolo stravolge l’undici schierato al “Benelli”; rispetto alla sfortunata gita in Maremma ci sono 5 nuovi innesti. In porta ecco Mazzoni per lo squalificato De Lucia, in difesa ci sono Rosi e Grandoni; dentro anche i nazionali Bergvold e Danilevicius. Due i cambi invece per il Grosseto, Gustinetti a sorpresa lancia Pellicori per l’austriaco Pichlmann, sulla corsia destra c’è Lazzari per Gessa.

Si gioca - Dopo cinque minuti di studio la partita si colora di amaranto: ci provano prima Filippini e poi Diamanti, il Grosseto ci prova con una punizione dell’ex Cordova. E’ proprio il cileno il grande protagonista, dirige da par suo il traffico e al quarto d’ora su punizione costringe Mazzoni al miracolo. Il Livorno risponde due minuti con il solito, immarcabile Diamanti: il suo mancino costringe Polito a terra. La svolta arriva al minuto 24: fallo di Freddi su Tavano che il capitano amaranto trasforma. Gli amaranto continuano ad attaccare; alla mezzora è Loviso da lontano a insidiare l’estremo maremmano, bravo a deviare in corner. Il detto "gol sbagliato, gol subito", si materializza ancora una volta e al 34’ Sansovini insacca il pareggio: tutto da rifare per i pirati toscani. L’occasione di rimettere le cose a posto arriva 120” dopo: da tre metri Danilevicius spara su Polito, incredibile!!! Al 40’ tocca al Grosseto recriminare: Stendardo su corner di testa coglie il palo. Emozioni a go go: non passano neanche 60” che Diamanti sfiora il bersaglio grosso. Nel recupero succede di tutto: prima il Grosseto rimane in 10 per il rosso ad Abruzzese, sulla punizione seguente Danilevicius infila il 2-1.

Nell’intervallo Gustinetti cambia: dentro Federici per lo spento Mora. Il canovaccio non cambia: forte dell’uomo in più il Livorno attacca a pieno organico. Già nei primi 5’ ci provano Tavano, Diamanti e Filippini. L’assalto si concretizza al 6’: uno due Tavano-Diamanti, il fantasista infila il 3-1. La chiosa arriva 120”: Diamanti assiste alla perfezione Danilevicius che sigla il poker e ipoteca la finalissima. Brividi 12’ dopo, secondo palo del Grosseto, stavolta del subentrato Valeri. Nonostante il doppio svantaggio il Grosseto non si arrende e al quarto d’ora sfiora il gol con Pellicori. Al 20’ il Grosseto rimane addirittura in 9: doppio giallo a Garofalo. Neanche 7’ e arriva il terzo rosso: fallo di Freddi su Bonetto e Grosseto in 8. Non è finita qui, due minuti dopo espulso anche Consonni, maremmani in 7, se non è un record poco ci manca.. Il quarto rosso chiude di fatto la gara, Livorno in finale.

La chiave -  Il gol di Danilevicius nel recupero della prima frazione indirizza la gara dalla parte labronica, ma quanto è ingenuo Abruzzese a farsi espellere in quel modo.

La chicca – L’uno-due Tavano Diamanti in occasione del terzo gol amaranto è di categoria superiore. Potrebbe essere la chiave di volta della stagione.

Top&Flop - Abruzzese finisce dietro la lavagna, ma a fargli compagnia è il tecnico Gustinetti, non certo impeccabile la sua gestione dei cambi. Da salvare Sansovini e Cordova. Nel Livorno sotto i riflettori la coppia tutta tecnica Tavano-Diamanti ma anche la personalità di Mazzoni e le ficcanti incursioni sulla corsia mancina di Bonetto.

Alessandro Guerrieri


IL TABELLINO

Livorno-Grosseto 4-1

MARCATORI: 24’ Tavano (L) su rigore, 34’ Sansovini (G), 47’ Danilevicius, 6’ st Diamanti, 9’ st Danilevicius

LIVORNO (4-3-1-2): Mazzoni 6,5 ; Rosi 6,5, Grandoni 6,5, Miglionico 6,5, Bonetto 7; A. Filippini 6,5 (33’ st Galante sv), Loviso 7, Bergvold 6,5: Diamanti 7,5 (18’ st Pulzetti 6); Tavano 7, Danilevicius 7 (25’ st Cellerino sv).  (Vono,  Terranova,  E. Filippini,  Rossini). All. Ruotolo 7

GROSSETO (4-4-2): Polito 6; Freddi 5, Stendardo 5,5, Abruzzese 4,5, Garofalo 5; Lazzari 6, Cordova 6 (11’ st Valeri 6), Consonni 5, Mora 6 (1’ st Federici 5); Sansovini 6,5 (8’ Bonanni 6), Pellicori 5,5. (Caparco,  Gessa, Vitiello,  Pichlmann). All: Gustinetti 5

ARBITRO: Celi di Campobasso 5,5

AMMONITI: A. Filippini, Mazzoni, Consonni.

ESPULSI: al 45’ pt Abruzzese,  al 20’ Garofalo, al 27’ Freddi, al 30’ st Consonni