Parisi, il Roberto Carlos dello Stretto

E' quello il soprannome del nuovo difensore dei galletti.
Tra Sicilia e Brasile. Estate 2004, a tenere banco sulle pagine dei giornali sportivi e del calcio mercato, è il nome difensore-goleador: Alessandro Parisi.
 
Sul terzino con il vizio del gol si scatena una vera e propria asta milionaria, il suo nome viene accostato a Juve, Milan, Lazio e Valencia. Con l'estate svaniranno anche i sogni da grande di Parisi, che rimarrà inspiegabilmente a Messina. Oggi, quattro anni dopo, il "Roberto Carlos dello Stretto" è pronto a trasferirsi a Bari, portando con se il sapore agrodolce di quella che sarebbe potuta essere la sua carriera lontano dalla Sicilia.
 
Messina è stata la sua favola, la squadra che lo ha portato a vestire la maglia della nazionale e a sognare il calcio d'alta classifica, ma che lo ha riportato, complice anche numerosi infortuni e alcune stagioni non fortunate, nel dimenticatoio della serie cadetta. Oggi a 31 anni, Parisi ha voglia di tornare a sognare, ha sposato subito il progetto di un Bari che spera possa fargli dimenticare i tanti problemi di Messina. Per lui è già pronto un contratto triennale, la cui firma sembra solo una formalità.
 
Fonte: Barisera