McKenzie-Lyle come Rampulla: in goal con la Guyana... e all'esordio!

Il 18enne portiere Kai McKenzie-Lyle ha firmato una rete contro il Suriname alla prima presenza in nazionale. Col Barnet, invece, ha messo assieme 23' in due campionati...

Segnare all'esordio in nazionale è il sogno un po' di chiunque. Ma se ad andare in goal è un portiere, allora non si tratta più di una curiosa coincidenza, ma di una vera e propria chicca da inserire negli annali.

È accaduto sabato, e pazienza se non si tratta esattamente di un torneo di primissimo piano: la Coppa dei Caraibi. Dove Kai McKenzie-Lyle, portiere di 18 anni in forza al Barnet (League Two, la quarta serie inglese) e in campo per la prima volta con la nazionale della Guyana, ha deciso di scrivere la storia, portandosi nell'area del Suriname e andando a segno di testa.

Guida tv: dove vedere tutto il calcio in diretta e streaming

Un goal piuttosto sporco, a dire il vero: punizione da sinistra, McKenzie-Lyle ha anticipato il collega avversario e in qualche modo, un po' di testa e molto di spalla, ha fatto partire una strana traiettoria che ha consentito al pallone di superare la linea bianca.

La 'prodezza' non è servita, in realtà: il Suriname ha vinto per 3-2 ai tempi supplementari dopo l'1-1 dei 90 minuti, conquistando il primo successo di un girone che comprende anche la Giamaica. McKenzie-Lyle ha segnato il goal della speranza per la Guyana proprio al 119', ma la rimonta è rimasta soltanto parziale.

Poco male per il 18enne portierino del Barnet, protagonista in ogni caso di una serata storica. Una serata che, peraltro, potrebbe consentirgli di imprimere la svolta a una carriera fin qui un po' bloccata: quest'anno non è ancora sceso in campo, e gli unici 23 minuti li ha messi assieme nella scorsa stagione solo perché il titolare, Stephens, è stato espulso...