Il TAS avvisa la FIFA: "Ammettere Gibilterra nella federazione"

Il Tribunale Arbitrale dello Sport manda un chiaro messaggio alla FIFA riguardo Gibilterra, fin ora esclusa dalla federazione: "Dovrà essere un membro con pieno diritto".

Buone notizie per Gibilterra, ultima nazione europea a diventare una Nazionale di calcio per sfidare le altre rappresentative continentali. Fin ora esclusa dalla FIFA, ha ottenuto il sì da parte del Tribunale Arbitrale dello Sport per essere ammessa nella massima federazione calcistica mondiale.

"Nel prossimo congresso la FIFA dovrà dare via a tutte le azioni necessarie per ammettere Gibilterra come membro con pieno diritto" il comunicato del TAS che mette pressione alla federazione da alcune settimane nelle mani di un nuovo numero uno, ovvero Gianni Infantino.

L'ordine del TAS è dunque quello di discutere l'inserimento di Gibilterra nella FIFA nel congresso della prossima settimana in Messico. I 209 membri della FIFA dovranno approvare l'inclusione del piccolo paese sito all'estremità meridionale della penisola iberica.

Fino ad ora Gibilterra, che diventerebbe il membro mondiale numero 210, ha partecipato alle competizioni UEFA dal 2013, proprio quano il TAS obbligò la federazione di Platini ad includerla. Ora la storia si ripete con la FIFA, che ha fin qui negato ogni accesso alla Nazionale biancorossa.

Dopo le qualificazioni per Euro 2016, dunque, Gibilterra potrebbe presto partecipare a quelle per i Mondiali 2018, che prenderanno via il prossimo settembre. Nel 2014 la FIFA aveva rifiutato Gibilterra, evidenziando l'assenza "di requisiti, non essendo un paese indipendente".

Comunque vada, Gibilterra e Spagna, causa problemi politici, non potranno comunque affrontarsi in gara ufficiale.