Balotelli shock, addio al Milan e Italia a rischio: Prandelli studia il piano B

Le ultime gesta romane rischiano di costare carissimo a Mario Balotelli. Quasi certo il suo addio al Milan, Prandelli è pronto a togliergli le chiavi dell'Italia mondiale.

La serataccia romana di Balotelli non è piaciuta proprio a nessuno. Tifosi del Milan, addetti ai lavori, compagni, allenatore e, soprattutto, Ct. Già, la pessima prestazione in campo prima, e l'exploit davanti alle telecamere dopo, hanno fatto letteralmente infuriare Prandelli che, adesso, si chiede se sia davvero il caso di affidare le chiavi dell'Italia a SuperMario.

Le qualità tecniche del ragazzo sono indiscutibili ma, da sole, non possono bastare per farne un leader in campo e fuori. La convocazione, ovviamente, resta solo una formalità. Il posto da titolare, però, adesso non è più garantito neppure per lui e se durante il ritiro Balotelli non dovesse dare le necessarie garanzie il tecnico Prandelli, come rivelato da 'La Gazzetta dello Sport', potrebbe presto mettere in campo un piano B.

O meglio, C, come Cassano. Proprio il rinato FantAntonio infatti potrebbe agire da 'falso nueve' alla spagnola, aprendo gli spazi agli inserimenti della folta batteria di centrocampisti azzurri. Senza tralasciare le opzioni che portano i nomi di Immobile e Destro, bomberini giovani e dal sicuro avvenire.

Euro 2012 per Balotelli insomma sembra davvero lontano, il rischio di giocarsi il suo primo Mondiale da comprimario è molto alto. Al 45 rossonero il compito di fare passare i cattivi pensieri a Prandelli, riconquistando stima e fiducia a suon di goal e prestazioni da top player.

La pazienza, anche dalle parti di Coverciano, è davvero finita. Come sembra essere finita la pazienza del Milan, che spera in un SuperMario mondiale per cederlo poi al miglior offerente la prossima estate. Con il Monaco in prima fila.

Get Adobe Flash player