thumbnail Ciao,

Il ct azzurro ha saputo gestire bene il ragazzo: "Quando hai a che fare con un talento come il suo, devi solo avere pazienza". Una dote che non difetta di certo nel buon 'Prando'.

E' sempre più l'Italia di Mario Balotelli. Ieri l'attaccante del Milan ha deciso il match di Malta con una doppietta, dando seguito alla bella prova sfoderata contro il Brasile, trafitto con un goal dei suoi. Secondo Cesare Prandelli, 'SuperMario' è ormai arrivato al momento-clou della propria carriera.

"Quando hai a che fare con un talento come il suo - ha spiegato il ct della Nazionale all'Ansa - devi solo avere pazienza. Ma poi arriva il momento che il talento si deve prendere le sue responsabilità, camminare con le proprie gambe. E questo è il momento giusto".

Insomma, guai a commettere gli errori del passato. Un rischio che, peraltro, difficilmente Prandelli correrà con 'questo' Balotelli, apparso, in campo e fuori, più maturo e più responsabile.

"Faccio i complimenti alla sua serenità, alla sua convinzione, alla sua bravura", è l'omaggio del ct al talento più fulgido del nostro calcio.

Per il futuro Prandelli ha un sogno, affrontare l'Argentina: "La Nazionale di Messi è l'unica delle big mondiali che ci manca da affrontare, chiuderebbe il cerchio", è l'opinione del ct, che in tal modo vorrebbe omaggiare il 'Papa-tifoso' Bergoglio.

"Sarebbe anche un omaggio al nuovo Papa. Se riuscissimo ad organizzarla, sarebbe bello poter essere ricevuti in udienza e poi andare allo stadio con un unico pullman per le due nazionali: insieme".

Sullo stesso argomento