Qatar 2022, i main sponsor mettono pressione alla Fifa

I principali brand internazionali che sponsorizzano i Mondiali vogliono rassicurazioni sulle indagini relative a Qatar 2022.

A mettere pressione perchè si faccia chiarezza su come sia effettivamente avvenuta l'assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar sono anche i grandi brand internazionali. Sony, Adidas, Coca Cola, Visa e Hyundai hanno infatti chiesto delle rassicurazioni e delle risposte al massimo organo internazionale del calcio.

Al momento è arrivata la risposta di Thierry Weil, direttore marketing della Fifa: "Siamo in costante contatto con i nostri partner commerciali, tra i quali figurano marchi come Visa, Adidas e Sony. Hanno fiducia nell'inchiesta che sta conducendo il nostro comitato etico. Non ci hanno chiesto di fare nulla di diverso da quello che stiamo già facendo".

La relazione finale sull'indagine, condotta dall'avvocato Michael Garcia, verrà pubblicata e resa nota solamente a metà luglio dopo il termine del campionato del Mondo che scatterà in Brasile il prossimo 12 giugno. Non è chiaramente da escludere che nel momento in cui saranno riscontrate delle irregolarità a livello di tangenti o altro per l'assegnazione, la Fifa possa procedere all'individuazione di una nuova sede.