Profilo - Ezequiel Ponce, il piccolo grande 'Tanque' che ha stregato la Roma

17 anni, Ezequiel Ponce è l'esordiente più giovane della storia del Newell's e il quinto a segnare in Primera. La Roma lo ha bloccato per la prossima stagione.
EZEQUIEL PONCE | La Scheda
Club Newell's Old Boys
Ruolo Attaccante
Data di nascita 29 marzo 1997
Altezza/Peso 178 cm / 75 kg
Nazionalità Argentina
A chi assomiglia Agüero, Tevez

Quando pensi alla Rosario rossonera, pensi a Leo Messi. Lì è nata la Pulce e lì ha promesso che tornerà, anche se nel Newell's del suo cuore non ha in verità mai giocato. Alla Lepra, però, il presente si chiama Ezequiel Ponce: ha 17 anni, fa l'attaccante e ha già convinto quel vecchio cacciatore di talenti chiamato Walter Sabatini, pronto ad aggiungerlo alla collezione di pepite regalate alla Roma.

IL PIÙ GIOVANE - Ponce ha già raggiunto un record mica male nella storia del Newell's: il 5 ottobre 2013, il tecnico ed ex giocatore del club Alfredo Berti lo inserisce per gli ultimi 2 minuti più recupero al posto di Fabian Muñoz, consentendogli di diventare il più giovane di sempre a esordire in maglia rossonera.

Ponce si mette in mostra anche nelle partite successive. Gioca i suoi primi 90 minuti contro il Vélez, regalando un assist d'oro per il 2-0 di Casco. Contro il Racing, a marzo 2014, la prima gioia: spaccata su centro di un altro baby, il classe '94 Isnaldo, e palla infilata alle spalle dell'ex bresciano Saja. A 16 anni, 11 mesi e 16 giorni. Solo in 4, tra cui Saviola e Agüero, lo hanno battuto in termini di precocità.

Al Newell's era arrivato nel 2005. In precedenza, aveva giocato solo nel Rosario Sur, squadretta di un quartiere della città. La Lepra capisce ben presto di aver messo a segno il colpo. Ponce sale di categoria in categoria, e non smette di mitragliare i portieri avversari: tra il 2012 e il 2013 lo fa per 57 volte. Fino alla chiamata in prima squadra.

MAESTRO DAVID - In Argentina, dove tutti hanno un soprannome, quello di Ponce è Tanque, 'carrarmato'. Come Silva, Pavone, Denis. La spiegazione sta in un fisico sviluppato per un ragazzo di 17 anni. Baricentro basso, bravo nelle avanzate palla al piede, negli ultimi 16 metri ha guardato e imparato da due che l'arte del goal la conoscono bene: David Trezeguet prima, Nacho Scocco poi.

"A me piace stare dentro l'area, ma il sistema della squadra mi obbliga a muovermi in un altro modo. Mi adatterò" ammetteva qualche tempo fa il pibe rossonero, attualmente ai box da agosto per una frattura da stress al quinto metatarso del piede destro. Berti lo sta sgrezzando, lui sta imparando a muoversi lungo tutta l'area offensiva.

FUTURO GIALLOROSSO - A luglio, la Lepra ha rifiutato un'offerta da 5 milioni di dollari per metà del cartellino di Ponce: proveniva da un fondo d'investimento che, si dice, avrebbe spedito il giocatore in Inghilterra. Meglio così per la Roma, che ha lavorato per diversi mesi sul giocatore fino a raggiungere l'accordo con il Newell's: 5 milioni di euro per il 60% del cartellino, con il 'Tanque' 'parcheggiato' in Argentina fino alla prossima estate. Il ragazzo ha già svolto le visite mediche con i giallorossi, che hanno bruciato la concorrenza dell'Atletico Madrid e del Tottenham, da tempo sul giovane attaccante.