Generazione di Fenomeni - Younes Belhanda, il gioiello marocchino del Montpellier che diventerà "più forte di Hazard"

Tutto sul talentuoso centrocampista marocchino del Montpellier, una delle grandi rivelazioni di questa Ligue 1. Il presidente Nicollin prevede per lui un futuro roseo...

Nome: Younes Belhanda
Data di Nascita: 25 Febbraio 1990
Luogo di Nascita: Avignone
Nazionalità: Marocco
Altezza: 174 cm
Peso: 75 kg
Ruolo: Centrocampista
Squadra: Montpellier


La definizione ‘generazione di talenti’ è quanto mai consona per indicare la nuova, promettentissima leva di calciatori di origini marocchine in giro per l’Europa. Sulla scia di Adel Taarabt, indubbiamente il fiore all’occhiello di questa infornata di stelline, tanti Leoncini stanno ben figurando nei maggiori campionati continentali: uno dei più interessanti è sicuramente Younes Belhanda, centrocampista classe 1990 del Montpellier, outsider della Ligue 1.

‘VERT’ MANCATO
– Younes muove i primissimi passi ad Aramon, passando poi nel centro di formazione MJC di Avignone. Ben presto il suo nome finisce sul taccuino degli scout delle big di Francia: lo cercano Lione, Monaco e Marsiglia ma l’allora tredicenne sceglie il Saint-Etienne, “un vero colpo di fulmine”, come racconterà poi in futuro. I genitori di Younes però si oppongono e lo spingono ad accettare la proposta del Montpellier, città più vicina alla natia Avignone.

Percorre la trafila del settore giovanile de ‘La Paillade’ arrivando a vincere la Coppa Gambardella del 2009. Si accorge di lui anche René Girard, allenatore della prima squadra, che lo fa esordire l’8 agosto 2009 alla prima di campionato contro il Psg, tenendolo in campo per tutti i 90 minuti. Un debutto coi fiocchi, visto che Younes risulta uno dei migliori in campo. In quella stagione arriva a collezionare 33 presenze e a realizzare la sua prima rete tra i pro, il 19 settembre contro l’Olympique Marsiglia.

LEONE, NON GALLETTO… - Belhanda si affaccia alla stagione 2010/2011 da titolare e compie una delle scelte più importanti della sua carriera: nonostante le 4 presenze con la Nazionale Under 20 francese decide infatti di cedere al corteggiamento della Federazione marocchina, temendo probabilmente di non poter rientrare nei piani dei Galletti. L’esordio con i Leoni dell’Atlante arriva il 17 novembre 2010 in amichevole contro l’Irlanda del Nord. Il centrocampista è ormai un pilastro del Montpellier e disputa anche la finale di Coupe de la Ligue persa contro l’OM.

Nell’estate del 2011 suonano le prime sirene estere (il Newcastle in primis) ma soprattutto Lione e Marsiglia bussano alla porta del presidente Nicollin per il gioiellino marocchino. Il Montpellier resiste agli assalti e si trova oggi a godersi una strepitosa posizione di classifica, grazie anche alle giocate e alle reti (già 4 in campionato) di Belhanda.

“PIU’ FORTE DI HAZARD”
– Il vulcanico Nicollin quest’estate si è lasciato andare ad una dichiarazione molto impegnativa: “Nel giro di un anno non si parlerà più di Eden Hazard ma ci sarà un altro nome sulla bocca di tutti: Younes Belhanda”. Esagerato? Forse. Però che il giovane marocchino sia un talento da lustrarsi gli occhi è fuori discussione.

Ha girovagato molto per il campo nelle giovanili in cerca della giusta posizione (nasce addirittura libero ma ha giocato anche da regista davanti alla difesa) ma la sua dimensione è sulla trequarti. Centrale di centrocampo, fantasista o esterno destro, Girard lo ha provato con buoni risultati in più zone, sfruttando la sua innata duttilità. Ma d’altro canto non porta il 10 sulle spalle per caso: tecnica sopraffina, controllo di palla ‘spagnoleggiante’, ubriacante e spettacolare nel dribbling stretto, Younes abbina alla qualità anche discreta quantità.

Sontuoso nei calci piazzati, potrebbe diventare una mezzala coi fiocchi ma deve trovare maggiore continuità perché tende ancora ad avere dei passaggi a vuoto durante il match. Il suo attuale limite principale sembra essere mentale: il carattere fumantino e irascibile rischia di rappresentare un freno alla sua crescita.

Segui Simone Gambino su

Resta connesso al mondo del calcio con http://m.goal.com - La miglior copertura mobile