La Serie A tocca quota 16 esoneri: si avvicina il record di 18 fissato nel 2012

Con l'esonero di Novellino, sale a 16 il numero di 'ben servito' in questa stagione di cui 8 solo nel Palermo. Il record venne fissato nella stagione 2011-12 con 18 separazioni.

Ancora due esoneri e si arriverà al record realizzato nella stagione 2011-12. L'ultimo a farne le spese è Walter Novellino, rimosso dal Palermo dopo appena 4 giornate ed un punto conquistato nella trasferta di Empoli.



Se il numero di panchine saltate è così elevato si deve soprattutto a Maurizio Zamparini, capace di sostituire ben 8 allenatori dall'inizio della stagione. Formalizzato il divorzio da Novellino, la squadra rosonera  verrà affidata presumibilmente nuovamente a Ballardini, dopo la prima parentesi tra la 13esima e la 19esima giornata di campionato.

Come detto sono 16 gli esoneri ufficializzati dall'inizio della stagione. Il Palermo guida la classifica, poi figura il Carpi con due cambi, mentre Bologna, Lazio, Roma, Sampdoria, Udinese e Verona hanno subito un solo avvicendamento.



Di giornata in giornata, quindi, si avvicina sempre di più il record fissato 4 anni fa. In quella stagione fu il Genoa a comandare le 'separazioni' con Malesani (per tre volte), De Canio (per due) e Marino ad essere allontanati dalla panchina rossoblù.

Seguirono Cagliari (Ficcadenti-Ballardini), Cesena (Giampaolo-Arrigoni), Fiorentina (Mihajlovic-Rossi), Inter (Gasperini-Ranieri), Novara (Tesser-Mondonico) a quota due esoneri, mentre Bologna (Bisoli), Lecce (Di Francesco), Palermo (Mangia) si 'accontentarono' di un solo cambio in corsa.

Se invece si vuole andare sensibilmente indietro nel tempo, non si può non citare l'annata 1951-52 dove furono 15 gli allenatori sostituiti in corso d'opera. All'epoca la palma doro la vinsero Bologna e Como con 3 esoneri a testa. Al termine della stagione riuscirono a salvarsi.