Di Francesco svela un retroscena su Berardi: "Non è andato alla Juventus per sua scelta"

Eusebio Di Francesco, allenatore del Sassuolo, ha svelato un retroscena su Berardi: "Non è andato alla Juve per sua scelta, soffre i cambiamenti improvvisi".

Il Sassuolo è l'autentica rivelazione di questo campionato. I neroverdi non si vogliono fermare e occupano la quinta posizione in classifica, a soli 5 punti di distanza dalla testa. Il merito è soprattutto di Eusebio Di Francesco.

L'allenatore del Sassuolo, in un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport', ha rivelato alcuni segreti del suo credo calcistico: "Il mio sistema è il 4-3-3 che però in non possesso diventa 4-5-1. Si attacca in ampiezza, perché le difese vanno aperte per rendere efficaci i tagli verso il centro. Si difende “dentro. Le regole di Sacchi sono ancora valide".

Poi Di Francesco ha parlato del migliore talento della sua rosa, Domenico Berardi, evidenziando un retroscena di mercato: "Non è andato alla Juventus per sua scelta, perché vuole completare il suo percorso con noi, soffre i cambiamenti improvvisi, va accompagnato, assecondato. Non ho dubbi che diventerà un grandissimo, è il nostro Robben".

L'ex giocatore della Roma ha poi parlato dei suoi due maestri più importanti: "Zeman è il mio punto di riferimento, parliamo anche adesso. In passato mi ha spronato a credere in me stesso. L'altro è Guardiola, studio i suoi allenamenti, ne ho visti anche dal vivo".