200 goal per Higuain: a Napoli mai così letale

Nono centro stagionale in A per Higuain, che raggiunge 200 goal coi club in carriera: è il miglior avvio a Napoli e negli ultimi quattro anni.

Un, due, tre, cinquanta, cento. Duecento. Cifra tonda per Gonzalo Higuain al San Paolo, dove il Napoli ha battuto l'Udinese rimanendo nella scia di testa. 1-0 decisivo firmato dal Pipita, simbolo assoluto della squadra di Sarri, che non riesce ad andare oltre una rete: basta e avanza, l'Inter in vetta lo dimostra.

Una sentenza Higuain, arma letale di Sarri in campionato: se Gabbiadini sta trascinando il Napoli in Europa League, in Serie A non c'è storia. L'argentino vuole sempre giocare, a ragione: nona rete in questo avvio di campionato, media da cannoniere di razza qual è sempre stato. Ma era da tempo che l'ex River Plate non partiva così bene.

Di certo a Napoli non ha mai iniziato con una tale mole di goal, relativamente al campionato: la nona sinfonia in Serie A Higuain l'aveva suonata, sia lo scorso anno, sia nella prima stagione alle pendici del Vesuvio, solamente alla diciasettima giornata. Siamo alla dodicesima, il divario è evidente.

Il Napoli vola con Higuain, ma relativamente agli obiettivi di squadra l'argentino vola basso:  "Era importante tenere il passo delle altre squadre, dobbiamo continuare così. Non potevamo non vincere, speriamo sia una stagione importante. E’ giusto pensare gara dopo gara, nel girone di ritorno vedremo dove arriveremo. Era una finale per noi, dopo la sosta vogliamo tornare più forti".

Come diversi compagni di squadra Higuain lascerà l'Italia per rispondere alla chiamata della sua Nazionale: con Messi e Aguero infortunati il Tata Martino non ha potuto rinunciare al bomber del Napoli. Ma con questa fame, con questa garra, difficilmente sarebbe rimasto a casa anche con i due numeri 10 a disposizione.

Vuole tutto Higuain, stakanov del Napoli. Il Pipita, di fatto, ha saltato solo due gare nelle ultime 70, di cui una nell'ultima vittoria azzurra di Europa League. Per il resto gioca sempre, segna sempre: 64 reti in appena 119 presenze con i partenopei, medie che solo pochi eletti hanno.

Contando anche le reti con l'Argentina, Higuain è a 225 marcature in carriera: le altre sono arrivate col Real Madrid, 121, e col River Plate, 15. Era dalla penultima stagione con i Blancos che Higuain non segnava almeno nove volte nelle prime dodici giornate di campionato, segno di come Sarri abbia superato Benitez nel rendere il Pipita Re dei Re.

Re che ha dominato la sua 17esima squadra di Serie A, team al quale non aveva mai segnato prima. Ogni giorno di più i numeri sono dalla sua parte, ma l'obiettivo finale è solo quello di squadra: "Vincere il titolo con il Napoli, farebbe felice me e i tifosi". Mai come quest'anno, si può parlare di possibilità concrete.