Fiorentina, Sousa con il 'rebus' difesa: da Roncaglia ad Astori

Dopo il mercato, Paulo Sousa deve fare i conti con un reparto che risulta abbastanza ridimensionato. Con un titolare a sorpresa: Roncaglia.

Dopo una lunga estate di trattative e chiacchiare, il mercato lascia definitivamente il campo al calcio giocato. La palla passa dai direttori sportivi agli allenatori, che dovranno valorizzare tutto il lavoro fatto dalle rispettive società. Dopo un buon inizio di campionato, il lavoro di Paulo Sousa però sembra complicarsi.

La Fiorentina ha operato un mercato per certi versi non esaltante, ma a destare la preoccupazione dei tifosi è soprattutto la situazione che riguarda la difesa. E' sicuramente il reparto che esce più ridimensionato da questa sessione estiva. La Viola ha perso un pezzo da 90 come Savic, andato all'Atletico Madrid.

Il montenegrino è stato rimpiazzato da Davide Astori, che per il momento non è particolarmente ben visto da Sousa, forse anche per un ritardo di condizione. Dal mercato non sono arrivati difensori nell'ultimo giorno ed il portoghese si trova a dover fare i conti con una coperta troppo corta.

Tanto che uno dei titolari, almeno nelle prime due giornate, è stato Facundo Roncaglia. L'argentino è tornato dal prestito al Genoa e sembrava solo di passaggio a Firenze prima di trovare un'altra sistemazione. Sousa però sta puntando su di lui, anche per questi problemi.

Visto anche il nuovo modulo che l'allenatore portoghese sta adottando, con la difesa a tre, l'altro titolare è Nenad Tomovic, con Gonzalo Rodriguez naturalmente punto fermo. Il serbo è un altro rivalutato da Sousa, che non aveva trovato molto spazio con Montella.

Stando così le cose, l'unico altro giocatore a disposizione in questo ruolo è il 20enne Ricardo Bagadur, trattenuto proprio nei minuti finali di mercato dopo che il suo passaggio al Lanciano era già cosa fatta. Paulo Sousa avrà molto da lavorare.