Toni e Icardi capocannonieri: record di longevità per il primo

Toni capocannoniere insieme ad Icardi: gli opposti sul trono, con il primo a superare Hubner quale re dei marcatori più anziano.

Non potrebbero essere più diversi, e non solo per il luogo di nascita. Uno è italiano, l'altro argentino. Sono entrambi bomber implacabili, con una storia completamente opposta alle spalle. Legata sopratutto all'età. Quando il primo nasceva il secondo stava per esordire da professionista: ora festeggiano il titolo di capocannoniere condiviso, Mauro Icardi e Luca Toni.

La 38esima giornata è stata decisiva per l'attaccante dell'Inter e quello del Verona, visto il goal di Toni contro la Juventus e la doppietta di Icardi contro l'Empoli: 44 centri in due, ovviamente equalmente divisi. Beffato invece Carlos Tevez, che per mesi aveva guidato la classifica.

Con il titolo di capocannoniere vinto, il secondo dopo quello del 2006 con la casacca della Fiorentina, Toni strappa a Dario Hubner il record quale re dei marcatori più anziano: il Bisonte del Piacenza ci riuscì a 35 anni, il bomber del Verona addirittura a 38.

Appena 22 invece gli anni di Mauro Icardi, uno che si ama o si odia. Ma che ha l'istinto innato del cannoniere: primo importante riconoscimento per l'ex Sampdoria, unica luce nella tremenda stagione nerazzurra, eliminato presto dall'Europa e fuori per il prossimo anno.

"Dopo il primo goal i ragazzi si sono messi a mia disposizione per farmi raggiungere questo traguardo che avevo da inizio stagione" ha confessato Icardi al termine della gara vinta dall'Inter contro l'Empoli. "In ogni caso la prima cosa da fare era vincere, poi se arrivava il mio goal bene. Il goal più bello quello in rovesciata che mi hanno annullato contro il Cesena".

Icardi è il capocannoniere più giovane dal 1978: allora vinse Paolo Rossi, imperatore dei goleador ad appena 21 anni, quando vestiva la maglia del Vicenza, prima di diventare l'idolo dell'intera Nazione e vincere il Pallone d'Oro dopo il Mundial 1982.

Statisticamente oltre a Rossi i re dei cannoneri più giovani di Icardi sono stati Felice Borel (19 anni e un mese), Giampiero Boniperti (19 anni e 10 mesi), Pierino Prati (21 anni e 5 mesi), Harald Nielsen (21 anni e 7 mesi), Antonio Valentin Angelillo e lo stesso Pablito Rossi (21 anni e 8 mesi entrambi).

Il giovanissimo e l'highlander, per non dire vecchio. 38 e 22 anni, Icardi e Toni. Cosi diversi, accumunati dal sogno di ogni attaccante. La stagione 2014/2015 porta la loro firma, goal a grappoli e trofeo conquistato. Meritatamente.

Get Adobe Flash player