Pirlo mago delle punizioni: numeri da sentenza e la Juventus gode

Terzo nella classifica dei migliori realizzatori di punizioni in Champions, Pirlo la mette dentro una volta su 12 tentativi in Europa, ma ci prova sempre.

Ci pensa lui, Andrea Pirlo, a togliere le castagne dal fuoco per la Juventus. Prima la punizione di Empoli, poi quella dell'Olympiacos a dimostrare che quando il regista bianconero piazza il pallone sulla sua mattonella è una sentenza.

Con il goal di ieri, Pirlo è salito a cinque realizzazioni su punizione in Champions, terzo nella classifica all-time dietro Juninho (10) e Ronaldo (9). In Europa la sua media è di un goal ogni 12 tentativi (5 su 61).

La media non sarà stratosferica, ma va sottolineato il fatto che Pirlo ci prova sempre e sa calciare le punizioni in qualsiasi modo, dalla 'maledetta' al tiro a giro sopra la barriera, passando per il calcio di potenza.

Nei momenti più difficili la Juventus si aggrappa al maestro Pirlo e viene sempre ripagata. In Serie A la sua media è di una rete ogni 13,5 tentativi, ma il regista bianconero è a -1 dal record di Mihajlovic, autore di 28 goal su punizione.

Oltre ai goal, salta all'occhio anche la capacità di Pirlo di essere presente nel gioco: contro l'Olympiacos ha toccato 104 volte il pallone, eseguito 91 passaggi corretti, 14 lanci e servito il cross che ha propiziato il goal del 2-2.

Nonostante non sia al massimo della forma, Pirlo rimane un fattore per la Juventus. E quando il gioco si fa duro basta dargli il pallone e ci pensa lui.