Classifica "qualità/prezzo" allenatori: Sarri il migliore, Mazzarri il peggiore

Dividendo lo stipendio annuo degli allenatori di Serie A per i punti guadagnati finora si evince che il migliore fra i big è Allegri. Seguono Inzaghi e Garcia. Benitez e Mazzarr...

Il calcio spesso è fatto di numeri. Coi numeri si gioca, si fanno valutazioni, si stilano classifiche. Numeri spesso veritieri, a volte ingannoveli, altre poco indicativi.

A voi il giudizio sul recente studio della 'Gazzetta dello Sport' che prendendo il periodo 1 luglio- 30 settembre, ha messo in riga gli allenatori della Serie A dividendo il loro stipendio per i punti raccolti in queste prime giornate. Ecco quello che ne è uscito:

Il migliore in assoluto per “qualità/prezzo” è il tecnico dell'Empoli Sarri.I suoi 75 mila euro a stagione diviso per i 6 punti dà un valore di 12.500 euro a punto guadagnato. Decisamente uno schiaffo agli sprechi. Dietro di lui ci sono Mandorlini del Verona (circa 14mila euro) e Stramaccioni dell'Udinese (attorno ai 15mila).

Dopo Pioli e Bisoli, troviamo la sorprendente Sampdoria di Mihajlovic. Il serbo “costa” 21.429 euro a punto. Alle sue spalle Gasperini, Corini e Zeman. Ma i big? Eccoli: il migliore in assoluto prendendo questo particolare calcolo è Max Allegri della Juventus: 15 punti per 2,4 milioni annui, ovvero un punto ogni 33 mila euro circa.

Appena sotto l'ex Milan, c'è il suo “amico-nemico” Filippo Inzaghi (34mila euro circa visto gli 11 punti per 1,5 milioni di stipendio). Seguono Montella (38), Ventura (40), e Garcia (46). Il francese guadagna leggermente di più di Allegri (2,8 mln) ma ha conquistato come ben sappiamo 3 punti in meno.

Decisamente negativo il rapporto (stipendio/punti) per alcuni allenatori di certo non strapagati: Colantuono dell'Atalanta si ferma a 56mila euro a punto, il trio Donadoni-Iachini-Di Franceso a 58.

Infine veniamo alle note dolenti. I due allenatori più pagati della A, ovvero Benitez (3,5) e Mazzarri (3,3) sono quelli che costano di più ai presidenti in rapporto ai punti guadagnati: lo spagnolo vale ben 87.500 euro a punto, il tosano sfonda il tetto dei 100.000 euro. Per l'esattezza Mazzarri “costa” a Thohir 103.250 euro a punto.