E' tornata "Pazza Inter Amala", la Celentano ai tifosi: "E' vostra!"

Ieri prima e dopo il match contro il Sassuolo è risuonato in tutto San Siro l'inno "Pazza Inter Amala". Festa sugli spalti. Decisamenti meno coinvolgente "Nerazzurri siamo noi".

Nel weekend in cui l'aggettivo più in voga fra gli interisti viene appioppato al 'Pazzo Milan' di Filippo Inzaghi e al suo 5-4 del Tardini, l'Inter riabbraccia il proprio inno ufficiale.

Prima del match infatti, un po' a sorpresa, visto che ancora ufficialmente non si era sciolta la diatriba per i diritti d'autore fra l'Inter e Rosita Celentano, è risuonato l'inno che più incarna l'Inter di questi ultimi due decenni ovvero Pazza Inter Amala.

Tifosi in festa, tutti a cantare, ballare e a riprendere una stadio festoso con il proprio cellulare. Applausi a ritmo di musica anche in tribuna dove erano presenti anche Massimo Moratti e Javier Zanetti.

Intanto pare risolta del tutto la questione sui diritti visto il tweet della Celetano a fine match: “PazzaInterAmala è vostra! Quando l’ho pensata e fatta scrivere l’ho fatto cercando di rappresentarvi al meglio. È sempre stata vostra!”. Meno successo invece per il nuovo inno 'Nerazzurri siamo noi' di Gianfelice Facchetti, decisamente meno 'pop'. A fine match di nuovo 'Pazza Inter Amala' con un turno di riposo per 'C'è Solo l'Inter' di Elio e le storie tese, che i tifosi avevano comunque imparato ad apprezzare forse anche per il suo ritmo decisamente più british.

Niente inno, niente cori, niente festa, almeno non dentro lo stadio invece, per gli ultras della Curva Nord che hanno comunque portato nell'antistadio i loro striscioni, assiepando il piazzale sotto il settore vista la squalifica ancora da scontare dallo scorso anno.