Hamsik e il dischetto maledetto: media da incubo, 58% di rigori sbagliati

Con quello fallito contro il Cagliari sono ben otto su quattordici i rigori non trasformati da Marek Hamsik. Negli ultime tre campionati neppure un centro dal dischetto.

Quando i tifosi del Napoli lo hanno visto presentarsi sul dischetto i battiti sono improvvisamente accelerati. Nessuno, infatti, aveva dimenticato il difficile rapporto tra Marek Hamsik e i calci di rigore, rapporto confermato anche contro il Cagliari .

Quello sbagliato contro i sardi è infatti l'ottavo penalty fallito sui quattordici calciati in Serie A. Appena il 42,9% la percentuale di quelli realizzati dallo slovacco che, nelle ultime tre stagioni, si è presentato ben quattro volte sul dischetto, sbagliando in modo sistematico. E fallire 4 rigori su 4 non è roba da poco, per un rigorista.

L'incredibile serie di errori inizia nella stagione 2011/12, quando Marekiaro non centra la porta nè contro l'Inter a 'San Siro', nè contro la Juventus in casa. A dire il vero, in quell'occasione, il primo rigore si insacca alle spalle di Buffon. L'arbitro però fa ripetere, e ad Hamsik non riesce il fortunato bis.

Nella stagione successiva l'idiosincrasia al dischetto continua anche contro il Torino. Fino a ieri sera quando, sul risultato di 2-0 e con un lungo digiuno a cui porre rimedio, i compagni offrono ad Hamsik la chance di sbloccarsi. Fallita. Come troppo spesso accade dagli undici metri.