Bimbi sboccati allo 'Juventus Stadium', l'accompagnatore: "Non drammatizziamo"

Nel clima di festa dello 'Juventus Stadium', ha un po' stonato quel coro "ooooh merda" lanciato dai piccoli tifosi bianconeri all'indirizzo di Brkic. L'accompagnatore minimizza...
E' stato davvero bello vedere quei 12mila e passa bambini riempire le Curve dello 'Juventus Stadium' contro l'Udinese. La giornata di festa, palpabile nelle urla entusiaste dei piccoli tifosi bianconeri, è stata poi completata dal successo acciuffato in zona cesarini grazie alla rete del 'solito' Llorente.

Unica nota stonata, denunciata un po' da tutti nel dopo partita, quel coro "ooooh merda" lanciato all'indirizzo del portiere friulano Brkic ad ogni rinvio dal fondo. Un 'classico' del tifo becero dei grandi, ma che non ci si aspetterebbe da piccoli fans in erba.

"Non è stato bello - racconta a 'Tuttosport' Fabio Mauro, dirigente accompagnatore del Chisola - ma non è il caso di drammatizzare. Anche perchè il coro partiva dai ragazzi più grandi, mentre dai più piccoli si levava semplicemente un 'Ooooohhh'. Non voglio togliermi alcuna responsabilità, ma dai miei ragazzi il coro non è partito. Alla fine di tutto, comunque, rimane la sensazione di aver partecipato a qualcosa di simpatico".

Non è molto d'accordo il diretto interessato Brkic: "Non è un buon segno quando sono i bambini a fare queste cose. In generale io ci sono abituato, ma in questo caso gli accompagnatori avrebbero dovuto fare qualcosa per fermare i cori. E' stato un aspetto negativo della serata...".

E fra tutti il parere più duro è certamente quello di Fabio Capello: "Alla luce di quanto successo è il momento di farsi qualche domanda. Se in questo paese anche i bambini si mettono a insultare gli avversari vuol dire che in Italia c'è qualche problema in termini di etica e sportività. Fossi stato allo 'Juve Stadium' avrei chiesto allo speaker di intervenire per far cessare certi cori".