Notizie Livescore

Niente cambi di ruolo per Kakà, Galliani assicura: "Resterà trequartista"



Atmosfera di gala in casa Milan grazie alla serata per i 10 anni della fondazione benefica che porta il nome del club rossonero. A fare da padroni di casa i 'duellanti' Adriano Galliani e Barbara Berlusconi, che si sono salutati con una certa cordialità. Circa 400 gli invitati alla festa, compresi squadra e Allegri: a rubare la scena, le interessanti dichiarazioni di Galliani, a partire dal tema 'il ruolo di Kakà'.

"Ricky non giocherà davanti alla difesa, Allegri vuole farlo giocare da trequartista, quello dei giorni scorsi è stato solo un esperimento. Potrebbe farlo, ma in linea di principio non sarà così, dunque i vari Montolivo e De Jong stiano tranquilli", ha detto a 'Sky' l'ad, che ha speso belle parole per l'iniziativa del club.

"E' una serata che chiude i primi dieci anni e apre i prossimi dieci. Dobbiamo pensare a cosa fare, oggi si chiude il primo periodo e si apre il secondo. Comunque la fondazione è una bella cosa, i nostri giocatori sono tutti bravi e si danno da fare per questo".

Ai tifosi, però, interessano soprattutto i progressi sul campo: "Speriamo di migliorare nelle prossime settimane. Bisogna ritornare a vincere, convincere e tornare a fare quello che abbiamo sempre fatto negli ultimi anni". Altro tema caldo è quello dello stadio, soprattutto dopo il vertice odierno Thohir-Maroni: "Se c'è una sfida con l'Inter per l'area Expo? Ma no, nessuna sfida, è un'area che ci interessa come interessa a loro. Sarà disponibile solo nel 2016, dunque tempo per ragionare ce n'è, vedremo con calma".

Ancelotti lo ha definito il Cristiano Ronaldo dei dirigenti, ecco la replica di Galliani: "Carlo è il più bravo allenatore del mondo perchè unisce alle doti tecniche molto grandi un buon senso, un modo di trattare i giocatori che è unico. Non avrebbe avuto il successo che ha avuto, sia da giocatore che da allenatore, senza queste qualità".

A proposito di Ronaldo, da calciofilo l'ad rossonero non può che complimentarsi col portoghese, autore di una stagione mostruosa: "E' un giocatore fantastico ed un professionista straordinario. Quando sento Ancelotti che si lamenta degli infortuni, gli dico 'ma che te frega, metti Ronaldo più altri 10 e così si vincono le partite'. Pallone d'Oro? Non sono un giurato, quindi è inutile che dica per chi voterei, ma credo si sia capito".

Nel corso della serata benefica, ha preso la parola anche la 'padrona di casa' Barbara Berlusconi, che ha dato un importante annuncio: "Abbiamo deciso di destinare gran parte del ricavato di questa sera alle popolazioni colpite da questa tragedia. Con il dottor Galliani abbiamo deciso di potenziare la struttura della Fondazione. E faccio una promessa: ce la metteremo tutta per stare al fianco di chi soffre".

Poi un altro messaggio di grande significato: "Nel calcio non esistono differenze sociali e razziali fra le persone. Il calcio ci rende tutti uguali e tutti soffrono nello stesso modo. E' uno sport di tutti ed è un'innovazione perfetta che dobbiamo rendere solidale".

//