News LIVE

Anche la Juventus partecipa alla moda delle squadre satellite: non solo Reading, contatti in tutta Europa

L'Udinese ha aperto la strada, creando collaborazioni in Inghilterra e Spagna. Il Napoli vuole proseguire sul percorso tracciato dai friulani. E ora, a seguire l'ultima moda pallonara dei club satellite da pescare rigorosamente all'estero, seppur senza acquistarli, si è accodata pure la Juventus, decisa a crescere i propri giovani in un ambiente fidato.

Non c'è soltanto il Reading in lizza, come rivelato nei giorni scorsi. La Juventus si sta muovendo seguendo un raggio molto più ampio, che comprende l'Inghilterra ma anche Germania, Olanda, Francia e non solo. Proprio come l'altra bianconera, l'Udinese, si muove su più fronti sfruttando la partnership con gli spagnoli del Granada e gli inglesi del Watford. 

Così, nel radar juventino ci sono vari club con cui intrecciare contatti: l'Evian Thonon Gaillard in Francia, l'Eintracht Francoforte in Germania, il NAC Breda in Olanda, il PAOK Salonicco in Grecia, l'Austria Vienna in Austria, il Lierse in Belgio e l'Estoril in Portogallo. Una ramificazione amplissima, che in pratica copre tutta l'Europa.

Per concretizzare tutta questa serie di relazioni ci vorrà ancora un po' di tempo, ma intanto il seme è stato gettato. Dal 2014 la Juve potrà dunque inviare in giro per l'Europa i propri giovani usciti dalla Primavera, che in prima squadra sono chiaramente chiusi dai big e che rischierebbero di venire travolti dall'impoverimento tecnico di serie B e Lega Pro.