thumbnail Ciao,

Il centravanti viola esprime il proprio rammarico: "Nel primo tempo abbiamo giocato un'ottima gara, peccato non averla chiusa. Per fare il salto di qualità serve più cattiveria".

Il ko di Bologna rischia di ridimensionare le ambizioni Champions della Fiorentina. A otto giorni dal poker rifilato all'Inter, i viola cadono al 'Dall'Ara' e Luca Toni coglie l'occasione per mandare una sorta di 'avvertimento' alla squadra dopo la sconfitta nel derby dell'Appennino.

"Per arrivare nei primi 3 devi essere una grande squadra anche in trasferta - ha affermato il centravanti al termine del match - Abbiamo fatto un grande primo tempo, poi è venuto fuori il Bologna ed è arrivata questa beffa. Stiamo facendo un buon calcio, ma dobbiamo diventare piu' cattivi e chiudere le partite. L'assenza di Pizarro? Non possiamo dipendere da un giocatore, anche se si tratta di un campione".

Toni, che nel recupero si è divorato la palla del possibile 2-2, invita a guardare avanti con ottimismo: "Peccato per aver sbagliato il goal nel finale. Dobbiamo ripartire, dobbiamo fare tre punti con il Chievo. Sarà una gara difficile, ma vogliamo i tre punti per poi andare a cercare una vittoria fuori casa. Io sono a disposizione, rispetto le scelte di Montella. L'Europa? Possiamo arrivarci, non dobbiamo demoralizzarci troppo quando perdiamo, ne esaltarci dopo una vittoria".

Sullo stesso argomento