E' della Fiorentina la prima 'Hall of Fame' italiana. Tanti i premiati: da Antognoni ad Hamrin, passando per il compianto mister Bernardini

Si è aperta e chiusa nella giornata di oggi la prima 'Hall of Fame' nella storia del nostro calcio. La manifestazione è stata organizzata dal Museo Fiorentina e dal club viola.
Ha aperto le danze della prima 'Hall of Fame' nella storia del calcio italiano, organizzata dal Museo Fiorentina in collaborazione con il club gigliato, il numero dieci per eccellenza, Giancarlo Antognoni. A chiudere ecco invece Raffaele Righetti, storico segretario generale della Viola.

L' Hall of Fame della Fiorentina è stata scelta da un'apposita giuria, con l'obiettivo di celebrare coloro che hanno contribuito a fare la storia della società, e dimostrare alle loro famiglie che non sono stati dimenticati.

Tanti i premiati con il Marzocco Viola, oltre a Antognoni e Righetti, si sono visti assegnare il prestigioso riconoscimento anche Kurt Hamrin, Egisto Pandolfini, Giuseppe Chiappella, Vittorio Staccione, Mario Pizziolo, Giuseppe Brizi, Giovanni Galli, unico assente, e Christian Riganó tra i calciatori.

Per quanto riguarda i dirigenti premiati la scelta è caduta su Luigi Ridolfi e Lando Parenti , tra gli allenatori riconoscimento per il compianto Fulvio Bernardini, infine il premio è stato assegnato anche a Rigoletto Fantappié, Stefano Biagini e Narciso Parigi tra gli ambasciatori del tifo viola.