Ansia Cassano! Il barese sta un po' meglio, dal Niguarda provano a chiarire: "Potrebbe aver avuto un piccolo ictus"

Secondo Tavana, medico sociale rossonero, il giocatore deve essere sottoposto ad altri esami. Il suo ricovero in ospedale potrebbe prolungarsi almeno per altre 48 ore.
"Cassano non sta ancora bene, dobbiamo fare ulteriori accertamenti". E' quanto ha annunciato in serata, intorno alle 20, il medico sociale del Milan Rudi Tavana, ai microfoni di Sky. Il fantasista rossonero è stato ricoverato al Policlinico di Milano nel reparto neurologico dopo il malore patito al rientro dalla trasferta di Roma, e lì dove dovrebbe rimanere sotto osservazione almeno per altre 48 ore.

Le parole di Tavana contrastano, almeno parzialmente, con quanto dichiarato circa un'ora prima dall'agente di Cassano, Beppe Bozzo: "Antonio ha ripreso tutte le sue normali funzionalità. Adesso parla regolarmente e non ha più problemi, né di vista né di equilibrio". Paorole di conforto che sono state confermate anche da un bollettino medico emerso in serata.

Il giocatore, a causa del malore che lo ha colpito nella serata di ieri alla Malpensa, aveva accusato difficoltà nel parlare ed un appannamento della vista. La prognosi prevede almeno tre giorni di stop. Naturalmente Cassano non partirà domani per Minsk, dove il Milan affronterà martedì sera i bielorussi del Bate Borisov, per il quarto turno di Champions.

Ha parlato anche il medico dell'ospedale Niguarda dove è ricoverato il giocatore, che ha cercato di individuare la possibile causa del malore del barese: "Solo alcuni accertamenti potranno spiegare i motivi del malore, ma non è da escludere che si possa essere trattato di un piccolo ictus. Nelle persone giovani, in quelle che fanno sport soprattutto, possono esserci anche dei piccoli danneggiamenti di un'arteria che possono portare a questo. Poi potrebbe anche trattarsi di un calo di pressione o di ipoglicemia".


Resta connesso al mondo del calcio con http://m.goal.com - La miglior copertura mobile