Gioia Samp all'Olimpico: nel tunnel Semioli urla "FORZA INTER!", Testardi festeggia da LAZIALE!

Il baby attaccante blucerchiato: "Ero abbonato in Curva Nord, Zauri era il mio capitano. Ora ci gioco insieme...".
Domenica scorsa la felicità della Sampdoria al termine del match vinto sulla Roma è stata incontenibile, al punto che dagli ambienti giallorossi trapela un certo fastidio per le urla sfrenate provenienti dallo spogliatoio ospite nel ventre dell'Olimpico.

C'è di più, visto che Franco Semioli avrebbe condito il tutto con un bel "Forza Inter!" lanciato a squarciagola nel tunnel, con Cassano intervenuto a sedare possibili complicazioni.

Ma c'è anche qualcun altro che in casa blucerchiata ha festeggiato il successo con particolare gusto, ed è Emanuele Testardi, 19enne attaccante subentrato nel secondo tempo: "Uno spettacolo, era la quinta presenza in A - spiega il ragazzo alla 'Gazzetta dello Sport' - finora il ricordo più bello era con la Juve, quando stavo per segnare, ma non avevo mai giocato davanti a tanta gente. E poi io sono della Lazio, sono felice due volte. Ero abbonato in Curva Nord, Zauri era il mio capitano, ora ci gioco insieme. Laziale come erano mio padre e mio nonno, ma in un quartiere romanista. I miei amici me ne hanno dette di parolacce...".

"Ho fatto provini con Cisco e Roma, con la Lazio mai - racconta Testardi - Con la Roma più di una volta, quando ero al San Lorenzo. Poi sono passato alla Libertas Centocelle, da lì al Pescara, 7 gare in C1, e ora alla Samp. Mio padre sarebbe stato fiero di me. Il 30 luglio saranno due anni che se n'è andato, io provo a realizzare il suo sogno...".