Bologna-Bari 2-1: E' Gimenez l'uomo della PROVVIDENZA di Colomba

L'attaccante sudamericano entra e con una doppietta capovolge il risultato.
Il Bologna sfata il tabù che lo voleva perdente 4 volte su 4 sotto la direzione dell’arbitro Gava e aggiunge altri tre punti preziosi in chiave salvezza. Fondamentale l’impatto di Gimenez sul match. Il Bari di Ventura non aveva evidentemente calcolato questa “impazzita” variabile uruguaiana.   

In campo
–  Il Bologna scende sul campo da gioco per la prima volta senza il suo giocatore migliore: il portiere Emiliano Viviano. Colomba aggiusta anche il centrocampo con l’inserimento dal primo minuto di Valiani e Modesto. Di Vaio unica punta alle spalle di Adailton. Ventura deve rinunciare a Kutuzov e Ranocchia, ma recupera Donati. Per il resto formazione tipo con avanti Barreto e Meggiorini. Nel Bari lunga la lista dei diffidati: ben 5.

Si gioca – Il Bologna deve smentire le voci che vogliono etichettare come “un episodio” la vittoria al Franchi contro i Viola, ma senza il suo miglior giocatore, il portiere Viviano, non sarà una cosa facile. Il Bari invece vuole tentare l’allungo e ha la Juventus nel mirino supportato da 5000 tifosi al suo seguito. Dopo una decina di minuti è il Bari che si fa vedere in avanti con Barreto che pesca Alvarez prendendo alla sprovvista la difesa rossoblu. Un minuti dopo lo spavento se lo prende Gillet costretto ad un doppio intervento su Di Vaio che era partito in contropiede facendosi tutto il campo. E’ la squadra di Ventura che sembra la più pimpante in campo con un Barreto molto ispirato che cerca spesso il suo compagno di reparto Meggiorini quando non prova l’azione personale. Il Bologna è molto attento in copertura con un Colombo molto concentrato. Al 18’ Adailton batte una punizione dal limite destro dell’area barese, Donati in barriera intercetta e manda in angolo. Poco emozionante il gioco espresso dalle sue squadre sul prato del Dall’Ara fino a questo momento. Al 33’ un errore di Portanova fa partire l’azione barese dai piedi di Meggiorini, si spalanca la porta per Barreto che carica il destro ma manda fuori di poco. Al 35’ risponde pronto Marco Di Vaio con una cannonata dal limite che fa allungare Gillet per poi schiantarsi sui cartelloni pubblicitari. Nonostante la fase di pressing del Bologna è il Bari a passare in vantaggio al 38’ con una prodezza balistica di Barreto: Meggiorini serve il compagno che lascia sul posto Portanova e Moras prima di lasciar partire un destro potentissimo che va a sbattere sulla traversa prima di entrare in rete. Il Bari sull’onda dell’entusiasmo, va di nuovo vicino al goal al 43’ con Almiron, bravo Colombo a deviare in angolo. Proprio sullo scadere dell’unico minuto di recupero dato da Gava, sempre Almiron ci prova dalla distanza. Colombo è attento e para facilmente.

Il Bologna riparte di slancio sin dal primo minuto della ripresa e trova il pareggio con neo entrato Gimenez al 53’: corner di Adailton, l’uruguaiano nonostante la statura non lo premi, salta più in alto di tutti e beffa Gillet. Il Bologna trae linfa vitale da questo pareggio e ci riprova immediatamente con Modesto che però si lascia cadere in area e rimedia un giallo per simulazione. Buonissimo momento dei padroni di casa che schiacciano il Bari nella propria metà campo. C’è nervosismo sulla panchina del Bologna riguardo ad alcune decisioni arbitrali un po’dubbie relative a fischi mancati per falli indubbiamente sanzionabili e il quarto uomo Baracani non si sposta dall’area tecnica di Colomba. Gimenez impensierisce Gillet in un Al 72’ arriva il raddoppio rossoblu sempre con Gimenez che segna così il suo 3 goal in 4 partite con una sola da titolare: Raggi spizza di testa su calcio d’angolo, l’uruguaiano devia in rete con un fianco. I due allenatori danno il via ad una serie di sostituzioni, ovviamente con motivazioni differenti. Il Bari cerca affannosamente il pareggio, ma il Bologna si chiude bene. Gava distribuisce gialli a trequarti della difesa rossoblu. Occasionissima al 90’ sempre per il Bologna con il capitano Di Vaio a cui non riesce il tap in vincente dopo una serie di rimpalli ad un passo da Gillet.      

La chicca
– Tensione tra i tifosi del Bari e quelli del Bologna prima della partita. I due schieramenti si sono scontrati a poche centinaia di metri dallo stadio, in via Porrettana. Un tifoso bolognese è rimasto lievemente ferito alla testa ed è stato soccorso dal 118.

La chiave
– Colomba azzecca il cambio che ribalta completamente l’andamento del match inserendo Gimenez per un abulico Valiani.

Top&Flop – Gimenez è il nuovo idolo della Curva Bulgarelli, Barreto è la quintessenza del gioco del Bari, esce lui e si spenge la luce. Valiani nervosissimo polemizza con tutti e si merita i cambio. Koman è apparso il meno in partita dei suoi. 

Vittoria Melchioni

IL TABELLINO

BOLOGNA-BARI 2-1

MARCATORI: 38’ Barreto (Ba), 53’ Gimenez (Bo), 72’ Gimenez (Bo)

BOLOGNA (4-4-1-1): Colombo 6; Raggi 6, Moras 6, Portanova 6, Lanna 6; Valiani 4.5 (49’ Gimenez 8), Guana 5.5, Mudingayi 6.5, Modesto 5.5; Adailton 6 (78’Mingazzini s.v.); Di Vaio 6. A disposizione: Spitoni, Zenoni, Britos, Savio, Zalayeta. All. Colomba 6.5

BARI (4-4-2): Gillet 5.5; Belmonte 6, A. Masiello 5.5, Bonucci 6, Masiello 6; Alvarez 6, Donati 6, Almiron 6 (75’ Rivas s.v.), Koman 5 (75’ Gazzi s.v.); Meggiorini 6, Barreto 7 (58’Greco 5.5). A disposizione: Padelli, Diamoutene, Allegretti, Kamata. All. Ventura 5.5

ARBITRO: Gava 5.5

AMMONITI:  Modesto, Raggi, Lanna, Portanova (Bo); Meggiorini (Ba)


GOAL.COM E' SU FACEBOOK, CLICCA QUI PER VISITARE LA NOSTRA PAGINA!