Roma-Parma 2-0: 'Missione Aggancio' COMPIUTA, Lupa di nuovo QUARTA

I giallorossi al quarto posto in classifica.

In campo – Roma con Totti, che ha nei ducali una delle sue vittime preferite, e Taddei, Parma con Bojinov ed Amoruso, solo tribuna per Paloschi, così come per l'acciaccato Biabiany. In difesa per i ducali, Paci al posto di Dellafiore. Tutti i numeri sono a favore dei giallorossi, che hanno battuto sempre i gialloblù all'Olimpico, dal 2001, quando grazie alla vittoria sul Parma la Roma vinse matematicamente lo scudetto, ad oggi. Il grande ex, manco a dirlo, è Claudio Ranieri: circa due terzi di stagione in ducale ed una salvezza miracolosa il suo biglietto da visita nel raccoglitore dei ricordi.

Si gioca – Si riesce a giocare solo nello stretto. Il Parma si chiude alla perfezione per non far passare i giallorossi, la Roma si chiude anch'essa, ma azzecca qualche ripartenza in più. Il primo tempo è piacevole, divertente, fatto di lanci lunghi, ma anche di belle giocate individuali. E' il quattordicesimo quando De Rossi si inventa una bellissima serpentina in area, ma Paci è perfetto nel sottrargli il pallone. Ed è il trentaduesimo quando Brighi, a tu per tu con Mirante, lo costringe al miracolo. Nel mezzo, tanti calci d'angolo da ambo le parti, qualche punizione, molte palle combattute in mezzo al campo per la gioia dello spettacolo. Dopo, poco da segnalare. Per il primo tempo almeno.

La ripresa si apre col vantaggio per i giallorossi: passano centocinquanta secondi, il Parma dietro pasticcia, prima Panucci, l'ex, otto anni in giallorosso per lui, sbaglia il rinvio e Brighi calcia alto, poi Amoruso ribatte corto, e Burdisso ne approfitta battendo Mirante. Uno a zero per i padroni di casa, che forse hanno fatto vedere qualcosa di più, soprattutto davanti dove gli emiliani sono stati poco concreti.Per vedere un loro tiro in porta di deve attendere il sessantesimo: Amoruso calcia in porta dopo una respinta corta, ma la palla è fuori. Cinque minuti dopo ci prova Bojinov: bel suggerimento di Galloppa, ma Julio Sergio dice no alla botta al volo del bulgaro. Cambia Guidolin, che perde Amoruso per un problemino fisico, cambia Ranieri perchè Totti ha dolore ad un ginocchio, la partita resta piacevole, vivace. La Roma cerca il raddoppio, il Parma il pari.Alla mezzora èVucinic che va vicinissimo al goal, concludendo con una botta potentissima, deviata in corner, una tiriangolazione con Taddei ed Okaka. Proprio sui piedi di quest'utlimo la palla del ko tre minuti dopo: ma la palla sfila fuori,anche se i giallorossi legittimano il vantaggio continuando a spingere. All'ottantasettesimo Paci, già ammonito, si fa espellere, e la squadra di casa può dilagare,ma si accontenta del due a zero, che arriva nel secondo dei cinque minuti di recupero: Vucinic mette sui piedi di Brighi un assist perfetto, che l'ex giocatore del Parma insacca al volo. Due a zero, e finisce così, la Roma aggancia il Parma al quarto posto: entrambe sono a meno due dalla Juventus.

La chiave – Il Parma fa la sua partita onesta, ma punge troppo poco, manca di convinzione sotto porta, finendo col soccombere. I Guidolin boys avrebbero dovuto spingere di più, ma contro una super Roma, più forte sulla carta ed in campo, hanno fatto quasi tutto il possibile.

La chicca – Panucci si regala l'ennesimo giro di Olimpico dopo la partita, raccogliendo applausi dai tifosi che sono stati suoi per anni e vittorie. Loro applaudono, noi apprezziamo. E' il bello del calcio.

Top&Flop – Ingenuo Paci nel farsi espellere: salterà la Juve come Lucarelli, diffidato ed ammonito. Emozionato ma senza eccessive sbavature Panucci. Nella Roma bene tutti, quasi perfetto Pizarro, incisivo anche Brighi.

Francesca Devincenzi

IL TABELLINO

ROMA-PARMA 2-0

MARCATORI: 48' Burdisso, 91' Brighi

ROMA (4-2-3-1): Julio Sergio 6.5; Cassetti 6, Burdisso 6.5, Juan 6.5, Riise 6; De Rossi 6.5, Pizzarro 7; Taddei 6.5 (77' Motta 6), Brighi 6.5; Vucinic 7; Totti 6 (67' Okaka s.v., 83' Baptista s.v.). A disposizione: Lobont, Andreolli, Faty, Menez. All. Ranieri 6.5

PARMA (3-5-2): Mirante 5.5; Panucci 6.5, Paci 5, Lucarelli 6; Zaccardo 5.5, Morrone 6, Dzemaili 5.5 (58' Lanzafame 5.5), Galloppa 6, Castellini 5.5; Bojinov 5.5, Amoruso 5 (65' Antonelli 5.5). A disposizione: Pavarini, Zenoni, Dellafiore, Lunardini, Budel. All. Guidolin 5.5

ARBITRO: Tagliavento 6

AMMONITI: Juan, Totti, De Rossi (R); Lucarelli, Panucci (P)

ESPULSO: Paci (P)