Il Punto sul Bari - Ha la miglior difesa d'Europa, ma Lippi non se ne accorge

La squadra di Ventura diverte, pratica il miglior calcio in Italia, ma il ct della nazionale non convoca neanche un giocatore biancorosso.
Dopo la gara contro il Livorno la difesa del Bari è, a tutti gli effetti, il reparto arretrato più forte d'Italia e d'Europa con sole sette reti subite. I vari Ranocchia, Bonucci e Andrea Masiello costituiscono una vera e propria sicurezza per tutti i compagni di squadra. Mai una sbavatura, mai un intervento errato, mai una distrazione che, si sa, in serie A potrebbe costare molto cara. Il “muro” barese, inoltre, risulta essere il reparto più giovane di tutta la serie A. E pensare che Ranocchia e Bonucci, assieme, raggiungono l'età di quarantaquattro anni!

In questo momento la squadra di Giampiero Ventura è a quota 18 in classifica, occupa il nono posto, è a soli tre punti dalla Champions e a solo un punto dall'Europa League ma Marcello Lippi, attuale Ct della nazionale maggiore sembra non accorgersi di nulla. Nelle ultime convocazioni fatte dal tecnico di Viareggio, infatti, non risulta esserci il nome di nessun giocatore biancorosso.

In città molti tifosi non sanno darsi una risposta; in tanti pensavano che Lippi avrebbe provato “in blocco” la miglior difesa d'Italia e d'Europa ed invece il ct della nazionale non ha minimamente pensato di convocarli. Insomma la miglior difesa d'Italia è rimasta tutta a casa. Proprio un vero peccato perché questi ragazzi avrebbero meritato una convocazione nella nazionale maggiore dopo tutto ciò che hanno fatto e stanno facendo ancora oggi.

La convocazione sarebbe stata la ciliegina sulla torta alla loro eccezionale prova con la maglia del Bari. A questo punto sorge spontanea una domanda. Cosa dovrebbero fare Ranocchia, Bonucci e Andrea Masiello per essere convocati in nazionale? Lasciamo a Marcello Lippi l'ardua risposta.

Micol Tortora